testata_web_pin_arancione.jpg
primadonna_headline_pin980x89.jpg

Pause
  • 1

  • 2

  • 3

  • 4

  • 5

  • 6

  • 7

Il 28 luglio scorso, presso il laboratorio urbano, Rigenera, di Palo del Colle, si è tenuto uno spettacolo musicale in memoria del baritono locale, Vittorio Bari, scomparso per una malattia che lo ha stroncato il 26 luglio di due anni fa. Noi… sul filo dei tuoi sogni è il titolo della kermesse musicale in sua memoria che ha visto artisti locali e non esibirsi, spaziando dal repertorio napoletano classico, musica popolare d’autore, pezzi tratti da musical quali: Pinocchio, I Miserabili, Notre Dame de Paris, Marcellino.

Il repertorio teatrale e operistico, altresì, ha trovato spazio nella scaletta dello spettacolo con le romanze tratte da Boheme e Buttefly di Puccini, Mattinata di Leoncavallo, La Divina Commedia di Frisina. Vittorio Bari era convinto che la ricerca dell’arte e del bello portano inevitabilmente ad incontrare la suprema bellezza di Dio, in ogni sua manifestazione d’amore, gioia, dolore e sacrificio.

Il suo ricordo riaffiora in ogni nota e movenza degli artisti che si avvicendano sul palco, immancabilmente ruotano con il corpo verso la sua immagine proiettata sulla tela che fa da sfondo allo show commemorativo. Ognuno dopo la performance, porta la sua testimonianza di vita sull’insegnamento del loro maestro e amico, Vittorio capace, con straordinaria naturalezza, di trasfondere forza e coraggio con inesprimibile dolcezza, nessuno si spreca in grossi paroloni per descriverlo, ma tutti con il sorriso sulle labbra, la tempra vibrante durante l’esibizione, le lacrime agli occhi, lo descrivono ancor meglio di un panegirico. Il clima è disteso, non è una gara, sebbene si mettano in mostra molti giovani, è una festa tra amici e, sembra che in quei suoni, sguardi commoventi e speranzosi, riecheggi l’insegnamento di un artista umile, appassionato. La musica era il suo lavoro e, la sua carriera in ascesa lo dimostra.

Vittorio Bari si iscrive al Conservatorio N. Piccinni di Bari, sede distaccata di Monopoli presso il quale, il 24 settembre 1997, si diploma in canto, con il massimo dei voti e la lode. Partecipa a numerosi concorsi nazionali ed internazionali conseguendo vari riconoscimenti tra cui la borsa di studio "Valerio Gentile", quale migliore diplomato in canto nella Regione Puglia. Ha seguito numerosi corsi di perfezionamento con importanti docenti come Katia Ricciarelli, nel canto lirico; Claudio Desderi sulla vocalità mozartiana; Giorgio Albertazzi sul perfezionamento teatrale in qualità di cantante-attore.

Ha partecipato al progetto del Conservatorio di Lecce ,Il teatro musicale da Camera, che lo ha portato sui palchi tedeschi nelle città di Wolfsburg e di Wolfenbuettel. Interpreta con vocalità ben inquadrata ed espressiva  l’opera mozartiana, Idomeneo, diretta dal maestro Bosman, nella stagione teatrale al Piccinni di Bari. Nelle, Le Nozze di Figaro, che vede la regia di M. Scaparro, direttore del Theatre des italiens a Parigi e avente in allestimento opere con attori Scaccia e Albertazzi, il giovane talento pugliese si è impegnato al fianco di grandi protagonisti della scena teatrale nazionale ed internazionale. In Manon Lescaut, la cui regia è firmata da  Vacis che mette in atto una rilettura cinematografica e multimediale della lirica, Vittorio Bari interpreta il ruolo del maestro di ballo. E’ protagonista dei Festival della Valle d’Itria e Matera, con Piero il Grande di Donizetti e Catone in Utica di Haendel.

A partire dal 2003 s’imbatte nel musical: è  Frollo nel  Notre Dame de Paris,  di Cocciante, uno spettacolo amatoriale, organizzato e diretto dalla professoressa A. Grande di Bitonto. Nella stagione teatrale 2006/2007 ha rivestito i panni di Mr Sheinkopf nel musical, Fame-Saranno Famosi. Nel 2009 è stato Fra Pappina, nella Commedia Musicale di Mons. Marco Frisina, Il miracolo di Marcellino. Nel 2007 e 2008 ha ricoperto i ruoli del Conte Ugolino e di San Tommaso D'Aquino nella, Divina Commedia, l'opera-musical di Mons. Marco Frisina che, dal gennaio 2009 sino ad ottobre 2011, lo ha scelto per rivestire il ruolo del protagonista: Dante.

A chiusura dello spettacolo dedicato a Vittorio, Nicola Vero, direttore artistico di Itaca, azienda che ha in gestione il laboratorio urbano, Rignera, anticipa che il sogno del baritono continua nelle opere della Fondazione a lui dedicata e dei suoi amici: dal  primo settembre infatti, presso il laboratorio  più di cento ragazzi, tra i sei  e i nove anni, inizieranno a studiare canto e musica in vista del proseguimento di quel sogno di ricerca continua di bellezza tanto caro a Vittorio. 

Antonio Princigalli nuovo componente della Commissione consultiva Musica del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali quale rappresentante della Conferenza Stato - Regioni e Provincie Autonome. Il coordinatore di Puglia Sounds e di Medimex vanta una precedente esperienza al Mibac, quando ministro era Massimo Bray, con la sua presenza di consigliere per le attività musicali.

Princigalli è l’unico pugliese nominato nella commissione che ha funzione consultiva in merito alla valutazione degli aspetti qualitativi dei progetti e delle iniziative afferenti alle richieste di contributo del FUS - Fondo Unico dello spettacolo – dai festival alle fondazioni lirico-sinfoniche.

La nuova Commissione consultiva Musica, composta da 5 esperti altamente qualificati nelle materie di competenza, si riunirà per la prima domani 30 luglio a Roma presso la direzione generale Spettacolo dal vivo.

 

Finanziamenti stanziati e poco dopo revocati. In uno scenario sempre più preoccupante in cui galleggia l'economia nazionale, anche nella provincia di Bari si assiste ad una serie di giochi illusionistici della mano pubblica, che prima da e poi toglie. Dolorosamente.

Pochi mesi fa il Porto di Bari vedeva sfumare via 86 milioni di euro che sarebbero serviti per il rinnovamento delle infrastrutture. Stessa sorte, anche se di dimensioni notevolmente inferiori, almeno sotto l'aspetto economico, è spettata al Comune di Gioia del Colle con riguardo alle serate musicali a cura dell’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, programmate per le serate del 28 e 30 luglio in via Roma e inserite nel programma delle manifestazioni estive del comune murgiano a metà strada tra Bari e Taranto.

Lo rende noto il Responsabile dell'ufficio stampa del Comune di Gioia del Colle con un comunicato emesso lo stesso giorno di inizio delle serate musicali, senza note aggiuntive.

In questo altalenante valzer in sordina l'unica lunga pausa nello spartito è la cultura, prima a rimetterci ed ultima ad essere incentivata.

Chi l’ha detto che il Vincotto si usa solo nei mesi invernali? Questo prodotto, tipico della tradizione enogastronomica pugliese, è il risultato della lavorazione di varietà di uve rosse e bianche, derivato dalla lenta riduzione del mosto fresco d’uva fino a raggiungere la consistenza di uno sciroppo dal gusto perfettamente rotondo e dolce adatto per la preparazione di dolci e bibite. Tradizionalmente in Puglia, però, è utilizzato soprattutto per la preparazione di molteplici prodotti della tradizione, tra i quali spiccano le tipiche "pittule", i taralli neri, i "mustazzoli" e le "Carteddate" le famose cartellate pugliesi, preparate maggiormente durante i mesi freddi dell’anno.

Ma quest’estate, chi visita la Puglia, potrà trovare il vincotto anche negli eventi culturali dell’estate salentina, grazie al “Vincotto Experience”, una serie di esperienze culturali e gustative suscitate dall’uso sapiente di questo prodotto tipico. L’idea è nata da un’intuizione di Antonio Venneri di Terra Apuliae che ha letteralmente contaminato diversi produttori locali dando vita ad una serie di nuovi prodotti, dalla pasta ai dolci tipici, dalla puccia alla frisa, aventi tre caratteristiche fondamentali: essere di altissima qualità, essere serviti anche per strada e, soprattutto, essere aromatizzati e prevedere tra gli ingredienti il Vincotto primitivo ed il Cuettu.

Dopo tante tappe e tanto successo riscosso (l’esordio è avvenuto durante il Festival della Dieta Med-Italiana dello scorso maggio), questa “experience” oggi evolve, acquisisce un nuovo brand “Più gusto – Vincotto experience”, un nuovo logo e una nuova immagine per imporsi sul mercato emergente del cibo da strada di qualità (Hi Quality Salento Street Food). La prima uscita è imminente, è programmata per il 29 e 30 luglio presso il lido “Diciannove Summer Club” di Santa Cesarea Terme, Porto Miggiano.

 

I turisti, gli ospiti ed i partecipanti, a fronte di piccoli contributi, potranno degustare sia alcuni antichi sapori di una volta che nuove ed entusiasmanti elaborazioni ideate da chef e pasticceri di qualità. Saranno presenti a Santa Cesarea: la Patata Novellina di Rocco Biasco al vincotto balsamico; la Puccia di Massimo Lolli con i Sott’olio dei f.lli Vizzino, il Capocollo di Santoro e la Glassa di Vincotto balsamico; il Vincottino , i Quaresimali e i Quaresimali al vincotto di Giovanni Venneri (Cafè dei Napoli); i Tarallini al Cuettu di Emiliano Prete; i Vini Bio di Rocco Venneri; la Puglia Colada di Michelone Di Carlo.

Un connubio tra qualità e tradizione che valorizza ancora una volta la cucina pugliese e diventa un appuntamento da non perdere per i turisti che soggiornano in Salento per poter assaporare davvero tutta la tradizione locale a trecentosessanta gradi.

Emozioni e note come solo un'ugola educata ed emozionale come quella di Giorgia era in grado di regalare hanno entusiasmato il pubblico accorso, domenica sera, al molo di Molfetta per l'unica data pugliese del Senza Paura Tour 2014 della grande artista romana.

Il tempo non era certamente dei migliori, e le difficoltà emerse nel pomeriggio di domenica lungo la dorsale adriatica avevano minacciato non poco l'esito del concerto che, poi, sia pure con un leggero ritardo rispetto all'orario previsto in cartellone, si è svolto per fortuna regolarmente e senza intoppi.

E sono state due ore di grande godimento per i pugliesi sotto il palco. Luci ed un palco spettacolare, in grado di trascinare il pubblico in vari ambienti di ispirazione naturale in un grande schermo che ha condotto per tutta la durata del concerto, il filo rosso dei più grandi successi della quasi ventennale carriera di una delle voci più belle, se non la migliore, del panorama musicale italiano (ma non solo)

L'evento, organizzato dalla Fondazione Musicale V.M. Valente in coproduzione con Area Metropolitana, Hight Grade Entertainment e Teatro Kismet è stato parte della rassegna “Suoni e Luci a Levante”.

Il nuovo tour segue e celebra la pubblicazione dell'ultimo albun di Giorgia, “Senza Paura”, uscito lo scorso novembre su etichetta Microphonica. Anticipato dall’incantevole ballata “Quando una stella muore” (che ha debuttato al primo posto della classifica di iTunes), l’album è tuttora ai vertici della classifica ufficiale di vendite ed è già stato certificato disco di platino. Dopo il secondo singolo, “I will pray” (Pregherò), cantato insieme ad Alicia Keys, Giorgia ed il suo team hanno ora lanciato il terzo singolo, "Non mi ami", in grado di rinnovare il successo e la frescherzza di un album pubblicato da 9 mesi ma ancora pieno di sorprese.

Ad accompagnare la cantante, sul palco, una band di tutto rispetto: Sonny T al basso, Claudio Storniolo al piano, Gianluca Ballarin alle tastiere, Giorgio Secco alla chitarra e Mylious Johnson alla batteria.

Unico appunto: la durata del concerto. Alla fine si resta con la voglia di continuar a cantare ancora, e ancora, e ancora.

di Tommaso Carella

Da tre anni ormai, la variegata rassegna culturale Experimenta si svolge nelle piazze del centro storico di Polignano a mare nell’ambito dell’Estate Polignanese dal 31 luglio al 2 agosto.

Giunta alla sua sedicesima edizione, quella del 2014 conferma la linea vincente che ha caratterizzato gli anni passati: tra musica, reading letterari e arte contemporanea, infatti, Experimenta risulta essere una buona finestra da cui osservare il panorama etnoculturale contemporaneo.

Il ricco programma, per la serata del 31 luglio, prevede le performances musicali di Hang Camera, un duo caratterizzato dall’alternanza di nu-jazz e musica tradizionale ed elettronica, e de Le Group Galou, una band italo belga, le cui sonorità sono riconoscibili grazie a una notevole mescolanza linguistica tra francese, italiano, spagnolo, inglese e fiammingo. Ma il festival è anche l’approdo di diverse anteprime nazionali che avverranno venerdì 1 agosto, con Fragmenta, special guest Erica Mou e Vince Abbracciante alla fisarmonica, che stringe numerose discipline artistiche come la poesia di Alda Merini, le espressioni dialettali di Vittorino Curci, la contemporaneità metafisica di Anna Maria Farabbi, il linguaggio di Paolo Sciancalepore e le installazioni di Francesco Sannicandro, tutte raccolte in un doppio cd presentato per la prima volta in un live proprio a Polignano. Altra anteprima da non perdere è quella di Tav Falco & Band, sempre venerdì 1, artista a tutto tondo che dagli anni ‘70 a oggi si è contraddistinto nel campo del blues, del flamenco e della regia cinematografica, fino ad arrivare ai giorni nostri, in cui ha all’attivo uno studio psico-geografico sulla città di Memphis e le sue origini blues.

Infine, sabato 2 agosto tocca all’attesissima anteprima di Lydia Lunch & Cipress Grove, duo giramondo che porta in Italia le sonorità multietniche della Grande Mela della Lunch e le ricerche sperimentali dei Cipress Grove. Da questo connubio è venuto fuori A Fistful Of Desert Blues, esempio poetico di desert blues, ennesima metafora dell' animo umano e del suo perenne vagabondare.

Oltre alla musica, vera regina della festa, in Experimenta c’è anche spazio alla lettura. Venerdì 1 agosto infatti, alle ore 21,00 in apertura della seconda serata della rassegna, ci sarà: Guerra alla Guerra di Giorgio Olmoti e Federico Sirianni, uno struggente reading con immagini e musica dal vivo che racconta il primo centenario della Prima guerra mondiale. Dal racconto di un anarchico tedesco, Friedrich, attraverso una serie di immagini viene descritta la brutalità della vita in trincea ed il primo incontro della storia con le armi di distruzione di massa, le sofferenze e il dolore per chi parte e chi resta, proprio come già all’epoca era documentato nei dipinti degli artisti contemporanei a questi orrori, come Boccioni, Dix Grosz e attraverso le pagine di Brecht.

 

Nelle prime due serate infine, sui muri delle stradine del centro storico che conducono a Piazza S.Benedetto saranno proiettati dei video selezionati dal collettivo Like a Little Disaster gruppo sperimentale di videoartisti attivi sul territorio pugliese. 

Dopo il grande esordio a Matera, l’edizione 2014 del Radionorba Battiti Live si appresta a fare il suo debutto anche in Puglia. Domani è infatti in programma la storica tappa di Bari, in Piazza Diaz, sempre presente nei dodici anni del tour. L'evento, in onda sulle frequenze di Radionorba e su Telenorba 7, da quest’anno viene trasmesso anche in diretta sul canale 730 di Sky, che trasmette in free to air (gratis per tutti) Radionorba Tv, grazie alla partnership con Sky Italia.
 
Ricchissimo il cast. Condotto dalla dj Roberta De Matthaeis e dal direttore artistico della radio del sud, Alan Palmieri, che firma anche la direzione artistica dell’evento, vedrà ospiti del calibro di Francesco Renga e Arisa, entrambi reduci dal grande successo ottenuto dalle proprie canzoni all’ultima edizione del Festival di Sanremo. In scena anche Rocco Hunt, il rapper campano che ha trionfato nella sezione Giovani con “Nu Juorno Buono”, Annalisa Scarrone, in radio con il singolo “Sento solo il presente”, apripista del nuovo album, e poi il rapper del momento Emis Killa, autore di “Maracanà”, uno dei brani più suonati in radio dell’estate 2014. A trasformare piazza Diaz in una mega discoteca all’aperto ci penserà Gabry Ponte, il re della consolle. Ospiti internazionali della tappa barese di Battiti gli As Animals, uno dei progetti più interessanti del panorama indipendente europeo contemporaneo, il cantautore e musicista belga Ozark Henry insieme al dj toscano Francesco Rossi. Chiudono il cast di Bari i Dear Jack, la band rivelazione del 2014 "targata" Amici, e il rapper e attore Frankie Hi Nrg Mc, protagonista della scena hip hop italiana.
 
Si aggrega alle grandi star il re del “rap’n’roll” italiano, indiscusso protagonista della scena hip hop, J-Ax. Reduce dal mega-successo ottenuto come giudice a The Voice of Italy, il rapper milanese ha da poco lanciato “Mi vendo”, un ritornello pop sull’universo della compravendita, sulla mercificazioni di cose, persone e artisti. Un grandissimo nome, dunque, per la tappa barese di Battiti, che si arricchisce anche di un giovane talento, sempre del mondo rap, Denny La Home, tra i concorrenti della tredicesima edizione di Amici.

Plus

Blogger

 

Sfogliando...

Gianrico e Francesco Carofiglio
Gianrico e Francesco Carofiglio

  La casa nel bosco pp. 185, 14 euro ...

Le avventure di Felicottera, un libro ...
Le avventure di Felicottera, un libro ...

I lettori più piccoli possono ...

Vito Vasile

Percorsi

Il Salento di ...
Il Salento di ...

  Il fascino e il mistero sono due ...

Storia della Puglia ...
Storia della Puglia ...

Nonostante si tratti di un itinerario ...

Grotte sommerse, le ...
Grotte sommerse, le ...

La conformazione del territorio ...

Sviluppo

Bari città dell'innovazione con un progetto di ...
Un sistema di telelettura e telegestione consentirà ai cittadini baresi una serie di vantaggi e maggior risparmio nel consumo di ... More info...

Turismo

Agosto di Open days a Canosa
  L'estate continua e continuano le attività "Open Days" a Canosa infatti, dopo i Walking tour realizzati nel mese di luglio, agosto ... More info...

Verde Puglia

L'altra agricoltura possibile: ci si confronta a ...
  "L’altra agricoltura possibile - Masserie sociali e didattiche, agriturismi e coltura biologica, la rete delle masserie", sarà ... More info...

Eventi

Goran Bregovic al festival della ghironda
Una festa di Popolo e di Popoli. E' così che vuole presentarsi il Ghironda Summer Festival, giunto quest'anno alla sua diciottesima ... More info...

Cultura

Đuro Janeković e la Croazia raccontata dallo ...
Sbarca a Bari Đuro Janeković. Fotografo croato, artista europeo, mostra fotografica che, dopo essere stata allestita a Roma presso ... More info...

Sport

Fc Bari, Ligi ai tifosi: 'Sono carico e pronto'
Classe '89, 191 centimetri per 81 chili, difensore centrale dai piedi buoni e carico per la grande sfida che lo aspetta. E' ... More info...

Dal Mondo

Chiusi a riccio, l'Universita dell'Alabama e la ...
15 anni; è il tempo che gli scienziati dell'Università dell'Alabama hanno dedicato per ottenere e sviluppare in laboratorio ... More info...

Riferimenti

  • Publimediasud srl, Via Abate Gimma, 163   70121 Bari - Italy
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 080 - 5213360

Partecipiamo a...

"Un voto, 100.000 aiuti concreti" (www.ilmiodono.it) è la campagna di solidarietà promossa da UniCredit per sostenere le associazioni No Profit, vero motore del terzo settore in Italia. Nove delle 830 Onlus che si presentano ai blocchi di partenza sono pugliesi: le associazioni che raccoglieranno dal 5 giugno al 7 luglio  almeno 100 voti attraverso i social netowork - Facebook, Twitter e Google+ - riceveranno una donazione dall'Istituto bancario per un massimo di 10.000 euro, a fronte di un monte complessivo di 100.000 euro stanziati da UniCredit per l'iniziativa. Fra le iniziative in lizza per una donazione, lavoro, infanzia ed inclusione sociale recitano la parte da leone, in linea come le emergenze maggiormente avvertite sul territorio pugliesi. A caccia dei voti necessari per accedere al finanziamento, ci sono le Onlus Mamma per sempre (Noicattaro, Bari), Un futuro a Sud (San Vito dei Normanni, Brindisi), Comunità frontiera (Mola di Bari, Bari), Banco Alimentare della Daunia Francesco Vassalli (Foggia), Associazione Famiglie Sindrome di Williams (MIlano, con interventi in corso a San Giovanni Rotondo), Gargantua e Pantagruel (Bari), Fondazione Carlo Valente (Bari), Viva la Vita (Rignano Garganico, Foggia), Cesfet (Lecce), Associazione Salentina Angela Serra (Parabita, Lecce), Sport&Solidarietà (Campi Salentina, Lecce).
“Tutti i membri della società hanno gli stessi diritti umani – che includono diritti civili, culturali, economici, politici e sociali. (…) Tutte le persone con disabilità hanno il diritto di essere libere da discriminazione nel godere dei loro diritti”. Così recita la Convenzione Onu dei diritti delle persone disabili e alla Regione Puglia lo sanno bene tant'è che Lunedì 3 dicembre alle ore 12.00 presso la Sala Stampa della Giunta regionale a Bari (III piano, con entrata da via Dalmazia) in occasione della “Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità”, l’Assessore regionale al Welfare, Elena Gentile terrà una conferenza stampa sul tema “Le politiche attive per la disabilità in Puglia. Interventi, strutture e risultati”.L’incontro con i giornalisti sarà l’occasione per presentare i nuovi progetti regionali per la disabilità, tra cui il Progetto Qualifycare-Sla per accrescere il livello di integrazione della presa in carico domiciliare delle persone affette da SLA, i buoni servizio per sostenere l’accesso ai centri diurni, la sperimentazione dei progetti di vita indipendente. Inoltre sarà presentata la mappa regionale pugliese delle strutture residenziali e semiresidenziali dedicate alle persone disabili che sono state realizzate nel corso degli ultimi anni.La “Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità” come stabilito dal “Programma di azione mondiale per le persone disabili” adottato nel 1982 dall’Assemblea generale dell’ONU, ha lo scopo di promuovere la diffusione dei temi legati alla disabilità per sensibilizzare l’opinione pubblica ai concetti di dignità, diritti e benessere delle persone disabili accrescendo la consapevolezza dei benefici che possono derivare dall’integrazione delle disabilità in ogni aspetto della vita sociale.La Regione Puglia sceglie di onorarla presentando risultati concreti delle attività svolte in questi anni ma anche le nuove iniziative che di certo porteranno un passo avanti il welfare pugliese lungo la strada delle pari opportunità per tutti. Osvaldo Negro 
Per il sedicesimo anno consecutivo sabato 24 novembre, presso una fittissima rete di supermercati, si terrà  la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Questa giornata ha lo scopo di coinvolgere e sensibilizzare la nostra società al problema della povertà chiedendo a ciascuno di donare parte della spesa a chi ne ha bisogno. I volontari che presiederanno i supermercati inviteranno i clienti al gesto, fornendo loro del materiale informativo. Nel 2011: 120.000 volontari hanno donato il loro tempo, permettono la realizzazione di questa giornata. 5.000.000 gli italiani che hanno acquistato cibo per chi non può farlo. oltre 9.000 i punti vendita della gdo che hanno partecipato. 9.600 le tonnellate di cibo donato e raccolto nella Giornata nazionale della Colletta Alimentare  che insieme alle eccedenze che ogni giorno la Rete Banco Alimentare recupera (58.400 tonnellate nel 2011) sono state ridistribuite gratuitamente a: 8.673 strutture caritative che hanno accolto e aiutato 1.700.000 persone in condizioni di bisogno. Ormai giunta alla 16ª edizione, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è diventata, dal suo esordio nel 1997, un importante momento che coinvolge e sensibilizza la società civile al problema della povertà attraverso l'invito a un gesto concreto di gratuità e di condivisione: fare la spesa per chi ha bisogno. Durante questa giornata, presso una fittissima rete di supermercati aderenti su tutto il territorio nazionale, ciascuno può donare parte della propria spesa per rispondere al bisogno di quanti vivono nella povertà. E' un grande spettacolo di carità: l'esperienza del dono eccede ogni aspettativa generando una sovrabbondante solidarietà umana.È un grande spettacolo di carità, e per questo chiediamo a tutti i nostri conoscenti ed  amici di recarsi a fare la spesa presso i supermercati  ed ipermercati che avranno affisso la locandina della Colletta Alimentare 2012.

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %