Volley, la Gioiella Micromilk eliminata ai quarti di Coppa Italia di A2

0

SI ferma ai quarti di finale l’avventura nella Del Monte® Coppa Italia di Volley maschile per la Gioiella Micromilk Gioia del Colle.

I ragazzi del mister Mastrangelo hanno ceduto il passo ai padroni di casa della Ceramica Scarabeo GCF Roma che, al PalaTiziano, si sono imposti sul punteggio di 3-1 (26-24, 25-23, 22-25, 25-17) e hanno staccato il pass per la semifinale contro la Kemas Lamipel Santa Croce.

Nei primi due parziali, giocati alla pari con gli avversari, alla truppa biancorossa è mancata quella giusta dose di cinismo per portarsi avanti nel computo set mentre, nel quarto game, soprattutto per merito di una partenza fulminea della squadra del coach Spanakis, non c’è stata storia. A lasciare la sua firma sul match è stato sicuramente l’opposto Padura Diaz con i suoi 23 punti realizzati mentre, tra le fila Real, capitan Cetrullo è stato autore di un’altra buona prestazione (22 sigilli).

La cronaca del match

Prima del fischio di inizio, ecco arrivare l’ufficialità dei sestetti di partenza. I padroni di casa si dispongono in campo con la diagonale palleggiatore-opposto targata Zoppellari-Padura Diaz, gli schiacciatori di posto 4 Snippe e Tiozzo, i centrali Franceschini e Pollock e, infine, con il libero Romiti.  Dall’altra parte della rete, i biancorossi rispondono con Marchiani in cabina di regia, Cetrullo in zona 2, Joventino e Grassano di banda, Scopelliti ed Erati al centro e Casulli a difesa del pacchetto arretrato.

Inizio scoppiettante al PalaTiziano di Roma.  Al block out di Padura Diaz su Joventino (8-7) replica immediatamente capitan Cetrullo da posto 2 (8-8). La jump float di Marchiani inizia a scardinare la retroguardia avversaria, Casulli lavora bene in difesa e la Gioiella Micromilk, senza alcuna sbavatura in attacco, si porta a +3 (12-15, block out di Grassano). La Ceramica Scarabeo non demorde e, con Zoppellari al servizio e Pollock dal centro, riesce a sgretolare il gap Real (17-17). Si continua a lottare palla su palla sino al 24-24 (dopo la cannonata di Padura Diaz, Joventino porta il set ai vantaggi). La fase clou del game è decisa dall’errore in battuta di Erati (25-24) e dall’invasione in attacco di Cetrullo (26-24). Si sblocca il risultato: Roma è avanti 1-0.

Al ritorno in campo, le due compagini tornano ad affrontarsi a viso aperto e senza esclusioni di colpi (12-13, 15-14). Dopo un estenuante punto a punto, la Ceramica Scarabeo trova un prezioso break (17-15), sfruttando la grande intesa tra Zoppellari e Padura Diaz e l’aggressività a muro di Tiozzo su Erati. Ma la reazione Real non si fa attendere, Cetrullo e Joventino sono inarrestabili in fase offensiva e costringono Snippe e compagni ad inseguire (17-19). I padroni di casa, come nel primo parziale, sono bravi a non disunirsi, annullano le distanze dai gioiesi e, trascinati da Padura Diaz e Tiozzo, si portano ad un punto (24-22) dalla seconda affermazione nel match. Come al solito, è l’opposto cubano a chiudere i conti (25-23), Gioia si perde ancora sul più bello e il tabellone luminoso immortala il momentaneo 2-0 al PalaTiziano.

Nel terzo atto della contesa, la Gioiella Micromilk non tira assolutamente i remi in barca e, incisiva al servizio con Cetrullo, si porta sul 6-12. A seguire, Snippe e Padura Diaz le provano tutte per ostacolare l’avanzata biancorossa e ci riescono (13-16), costringendo il mister Mastrangelo al time out. Si continua a ritmi sostenuti, Cetrullo non sbaglia un colpo e protegge il tesoretto Real (18-21). Il numero 10 gioiese continua a spingere forte sull’acceleratore, condanna i romani alla resa (22-25) e riapre il match (2-1).

Nell’avvio di quarto set, la Ceramica Scarabeo parte a tutto gas e si pone al comando delle operazioni (11-6). Gli errori in attacco e in battuta dei biancorossi mortificano qualsiasi tentativo di rimonta Real (15-10), Roma ne approfitta e scappa sul 17-12. Non c’è più storia sul rettangolo di gioco. Con una diagonale imprendibile, capitan Snippe avvicina i suoi al traguardo finale (23-17), che si materializza dopo l’attacco di Cetrullo terminato out da posto 4 (17-25).

Foto di Marika Torcivia

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.