Ugl domani in piazza: “no alla riforma delle pensioni voluta dal Governo”

0

Nella giornata di domani la Ugl si mobilita in tutt’Italia per sostenere le ragioni del suo NO alla riforma delle Pensioni. “I lavoratori e le lavoratrici – dice Antonio Caprio – negli ultimi anni  hanno subito a seguito della famigerata Riforma Fornero  una vera e propria ingiustizia sociale”.

“Per questo – sottolinea il Segretario Generale della UGL di Bari – non possiamo stare in silenzio, vogliamo esprimere tutta la nostra contrarietà, – noi riteniamo che a prescindere dal lavoro svolto, non è accettabile andare in pensione a 67 anni , noi riteniamo che a 67 anni un lavoratore debba essere chiamato a svolgere un dovere sociale, ovvero fare il nonno, il nonno di quei nipoti che oggi sempre più non riescono ad entrare nel mondo del lavoro  proprio grazie al continuo innalzamento dell’età pensionistica”.

Conclude sempre il sindacalista che “non è più tollerabile che si continui a pensare che per sanare i problemi economici della Nazione si debba far cassa cancellando i diritti  dei lavoratori . Questa legge di bilancio così come concepita non tiene assolutamente conto dei problemi reali dei cittadini in materia di welfare sociale , è mira  difatti a cancellare i progetti di vita legittimi di ogni singolo cittadino Italiano, pertanto abbiamo organizzato dei presidi su tutta la città di Bari  affinchè questa battaglia di civiltà non resti solo la battaglia della UGL, ma di tutti coloro che la pensano come noi”.

A Bari verranno organizzate manifestazioni dalle 9 alle 13 presso la sede Inps, il Comune, il Tribunale, l’Università, il Policlinico, il mercato di Carbonara, la Stazione, la sede della Regione Puglia in via Capruzzi, il mercato presso l’ex Manifattura Tabacchi e la Stazione centrale.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.