Castellaneta si veste con i colori della Coldiretti per la Giornata del Ringraziamento

0

E’ stata la città che ha dato i natali a Rodolfo Valentino ad ospitare, quest’anno, la Giornata del Ringraziamento, organizzata dalla Federazione Provinciale Coldiretti Taranto. Un’occasione attesa e condivisa da coltivatori diretti ed imprenditori agricoli per ringraziare il Signore per il dono della terra e dei suoi frutti.

Una terra, che, “in quanto dono – come detto, in cattedrale, durante l’omelia, dal vescovo Claudio Maniago – merita rispetto e cura affinchè possa sopravvivere e far vivere chi se ne occupa. Una terra, che sfama ed ha bisogno di essere sfamata di attenzione e dedizione per produrre i suoi frutti”. Gli stessi, che le varie sezioni provinciali Coldiretti hanno portato all’altare durante l’offertorio: frutta, pane, ortaggi, olio, vino”.

Come da tradizione, la Giornata del Ringraziamento è stata anche occasione per riflettere sul comparto agricolo in genere. “Penso all’agricoltura moderna che produce cibo e ed è attenta alla sostenibilità ambientale, all’accoglienza, all’integrazione sociale – ha detto Alfonso Cavallo, presidente Colrdiretti Taranto -. Penso all’agricoltura biologica e agli agricoltori, che sono i veri custodi della terra, della sua salute e delle tradizioni ad essa legate”.

Nell’intervento del direttore Coldiretti Taranto Aldo Raffaele De Sario, l’impegno per il futuro: “L’Italia, sotto il pressing della Coldiretti, lo scorso 19 aprile ha fatto scattare l’obbligo di indicare il paese di mungitura per latte e derivati. Il prossimo passo sarà l’entrata in vigore dell’obbligo di indicare l’origine per il riso e per il grano impiegato per la pasta, come previsto nello schema di decreto condiviso dai ministri delle politiche agricole Maurizio Martina e dello sviluppo economico Carlo Calenda”.

Poi, il plauso al sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti, che, sebbene infortunato, non è voluto mancare all’appuntamento della Coldiretti: “Quello di Castellaneta è stato tra i primi comuni – ha ricordato De Sario – a deliberare per il no all’accordo internazionale per le importazioni dall’Australia evidentemente condividendo – ha aggiunto Cavallo – le nostre scelte, il nostro percorso e dimostrando di essere vicino ai bisogni degli agricoltori”.

Nelle parole del primo cittadino Gugliotti, un segno di ripresa, a livello locale, del comparto agricolo: “Ci sono nuovi investimenti ed è forte la volontà di molti imprenditori agricoli, operativi già da tempo, ad intensificare la loro attività. E’ un segnale importante per il nostro territorio che ha una vocazione agricola. L’auspicio è che l’agricoltura possa tornare ad essere volano dello sviluppo produttivo ed economico territoriale”.

A don Andrea Cristella, dopo l’ultima esibizione degli sbandieratori di Carovigno, il compito di benedire i mezzi agricoli posizionati in via Roma e la nuova sede Coldiretti, collocata sempre in Via Roma al civico 142. “Sicuramente – ha detto Vito Filippo Milano presidente della sezione Coldiretti Castellaneta – questi uffici saranno più funzionali alle esigenze dei soci e di quanti vorranno servirsene”.

La 67^ Giornata del Ringraziamento 2017 si è conclusa con il suono dei clacson dei mezzi agricoli ed un agriaperitivo rigorosamente a base di prodotti freschi, genuini e a chilometro zero.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.