Gemmato (Fdi), Regione Puglia nominificio senza regole: a Bari con la sinistra e a Roma con la destra

0

Un minirimpasto di Giunta che non è certamente passato sotto traccia. Una “manovra di assestamento” degli equilibri politici nell’imminenza delle elezioni e con più tavoli in cui giocare contemporaneamente le proprie carte, soprattutto dalle “gambe minori” del centrodestra, più o meno autocandidatesi a questo ruolo.

Michele Emiliano allarga le sue mire espansionistiche e nomina in giunta un uomo di destra, destinato a giocare sul tavolo degli avversari per intascare l’elezione alle imminenti Politiche. Una scelta che non puo’ passare inosservata e non avere un peso nel quadro generale delle valutazioni da parte dei cittadini pugliesi chiamati al voto”.

Parole dalla sicura valenza politica quelle dette dal segretario regionale Fratelli d’Italia Puglia, Marcello Gemmato, che commenta così la nomina ad assessore al Welfare della Regione Puglia di Salvatore Ruggeri, coordinatore regionale dell’Udc, al posto del cognato Salvatore Negro, titolare della delega fino alla sua recente scomparsa.

“A poche settimane dal voto politico – aggiunge Gemmato – non possiamo permetterci di creare confusione nel nostro elettorato ed avere spezzoni dell’alleanza che a Bari sono con la sinistra e a Roma con il centrodestra, poichè così si andrebbe ad alimentare il mostro dell’antipolitica”.

“Fratelli d’Italia – prosegue – chiede dunque chiarezza sulla composizione e sulla linea politica nonche’ sugli obiettivi della quarta e della quinta gamba. Diversamente l’elettorato sarebbe confuso o addirittura raggirato. La nomina di Ruggeri ad assessore della giunta Emiliano apre la riflessione sull’apertura operata da Forza Italia a soggetti politici centristi”.

“Chiediamo agli alleati di Forza Italia – conclude – di aprire una riflessione in tal senso. Se e’ vero che le candidature di eventuali quarte e quinte gambe sarebbero a carico del partito di Berlusconi, vero è anche che l’alleanza è unica e che il danno di immagine e di consenso sarebbe comune”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.