Smartphone, sono i video a trainare l’incremento del consumo dati

0

Il traffico dati che corre sul filo di Internet è in aumento continuo, con livelli di crescita che ogni anno vanno al di là di ogni previsione. È un boom dovuto soprattutto a device come smartphone e a tecnologie come lo streaming digitale, dunque la trasmissione dei video tramite la rete. Per via di questi contenuti dal peso così massiccio, la trasmissione dei dati sul web si è fatta spaventosamente alta: al punto che, stando ai calcoli di chi questo settore lo studia quotidianamente, ogni anno il traffico cresce in una misura del 50% circa. Questo è un discorso che genera anche qualche preoccupazione in più per i provider: ogni anno costretti a far fronte ad una richiesta sempre più ampia da parte del pubblico, con conseguenti investimenti sempre più massicci in termini di server.

 

Consumo dati Internet: la ricerca di Cisco VNI

Ci ha pensato Cisco VNI a fornire un report molto completo sulla curva che ha riguardato il consumo dei dati su Internet dal 2003 ad oggi. I risultati sono abbastanza clamorosi: da quando i video sono diventati protagonisti della rete (dal 2010), il traffico annuo sul web è praticamente triplicato, fino al punto di superare i 100 Exabytes mensili. Si tratta di livelli di crescita impressionanti, che non accennano a stopparsi: sempre secondo la Cisco VNI, infatti, ogni anno l’aumento dei consumi di traffico da parte degli utenti oscilla fra il + 30% e il +50%. Come se non bastasse questo, lungo questa curva temporale, il 2014 ha rappresentato un’altra tappa importantissima: gli smartphone sono diventati i principali canali tramite i quali fruire dei video in streaming.

 

Video streaming da mobile: è un autentico boom

I dati diffusi da Cisco VNI vengono confermati anche dalle ricerche della Agcom, secondo cui il traffico mobile nell’ultimo anno ha visto una crescita del +40,8%. Cresce anche il numero di schede SIM connesse, che supera i 52 milioni di unità: tutto per merito dello streaming online. Questo spiega anche perché le compagnie del settore hanno scelto di abbracciare nuove politiche, offrendo prodotti sempre più spesso tagliati per lo smartphone: è il caso di Kenamobile, che include delle offerte per ricaricabili a partire da 5 euro e con tantissimi GB mensili di traffico. Chiaramente una soluzione cucita su misura per chi ama lo streaming video su smartphone, ma non intende spendere grosse cifre.

 

Streaming e Internet: quali le previsioni future?

I dati di Cisco, uniti al report Agcom e ad altre ricerche come quelle di Ooyala, sembrano indirizzare il futuro di Internet verso una strada precisa: quella dei video in streaming. Analizzando i trend di crescita dei consumi legati alla fruizione dei video, che oramai sono assolutamente imprevedibili, è ipotizzabile pensare ad una rete alla stregua di una immensa televisione. Nel giro di qualche anno, la maggior parte del traffico sarà frutto dei video trasmessi dalle piattaforme di streaming come Netflix, che già oggi assorbe il 34% in determinate fasce orarie. Nello specifico, secondo Cisco, si ipotizza un assorbimento del 90% del traffico dati da parte dei video.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo