Gravina di Puglia, il Tar annulla le elezioni comunali

0
Gravina in Puglia

Il Tar Puglia (seconda sezione) con una sentenza resa nota nel primo pomeriggio, ha annullato gli atti relativi alle elezioni che lo scorso Giugno avevano portato all’elezione al primo turno del sindaco Alesio Valente (supportato da una serie di liste di centrosinistra).

E’ stato, dunque, accolto il ricorso e le richieste proposte e sottoscritte da Domenico Franco Romita, Angelo Salvatore Petrara, Raffaele Moretti, Francesco Massari, Ignazio Cassano, Emilia Paternoster, rappresentati e difesi dagli avvocati Giovanni D’Innella Gaetano Di Muro.

I giudici hanno ha ritenuto “illegittima l’ammissione della lista ‘Gravina on‘ alla competizione elettorale, lista che è stata la più votata nella competizione e che ha espresso il maggior numero di consiglieri (4 seggi). Era collegata al candidato sindaco Alesio, ma “dei 15 moduli contenenti le sottoscrizioni dei presentatori della lista – è scritto in sentenza – solo il primo foglio conteneva le generalità del candidato sindaco, mentre gli altri non erano ad esso in alcun modo connessi”.

Dichiarata l’illegittimità dell’ammissione della predetta lista, il Tar di Bari ha annullato l’intero complesso delle operazioni elettorali. In queste ore nel Municipio di Gravina stanno studiando l’eventuale possibilità di ricorrere al Consiglio di Stato.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo