Alberobello, un mese di successi per il Natale tra i Trulli

1

Luci, colori, suoni, sapori… un Natale lungo un mese ad Alberobello. Ed ora si spengono le luci, ma non la magia che per oltre un mese ha riempito il paese dei trulli.

Il «Christmas lights» è terminato domenica scorsa, ma per un mese ha incantato i tantissimi visitatori che si sono recati ad Alberobello nel periodo di festività natalizie. Una cascata colorata di stelle, fiocchi di neve, fili luminosi ha illuminato la zona Monti fino alla chiesa di Sant’Antonio, ma anche la chiesa dei Santi Medici e il Trullo sovrano, passando per il maestoso albero di piazza del Popolo.

Ed è tempo di bilanci per gli organizzatori.

“Ci siamo impegnati al massimo affinché il «Christmas lights» di quest’anno fosse ricordato per un tripudio di colori – dice l’assessore al Turismo, Antonella Ivone – siamo orgogliosi che i visitatori abbiano apprezzato i nostri sforzi come dimostrano i consensi ricevuti in questo mese e le tante foto ricordo all’ombra dei trulli illuminati che hanno riempito i social”.

Le luci del «Christmas lights» hanno fatto da cornice ai tanti eventi del programma «Trulli Viventi», il cartellone di manifestazioni natalizie creato dall’amministrazione comunale per le festività.

“Gli appuntamenti sono stati tanti e diversi – spiega l’assessore Ivone – e soprattutto adatti a ogni fascia d’età, perché il nostro intento è stato di coinvolgere grandi e piccoli nelle feste e di far respirare l’aria del Natale in ogni angolo del paese, grazie anche alla filodiffusione che ha trasmesso musica natalizia per tutto il rione Monti”.

Dai mercatini di Natale in largo Martellotta e largo Trevisani, alla casa di Babbo Natale, a concerti (su tutti quello di Peter Cincotti, dei Terraross e il Christmas Gospel live) e alle varie mostre, fino alla calata della Befana del 6 gennaio, è stato un mese pieno di entusiasmo.

Menzione speciale per il Presepe vivente organizzato dall’associazione «Da Betlemme a Gerusalemme» che ha registrato oltre 9mila presenze nelle 4 serate di rappresentazione con 100 attori, 50 guide, più una macchina organizzativa imponente che ha coinvolto in totale 200 persone.

Da sottolineare l’impegno dell’Associazione Future, guidata dal presidente Vittorio Ignazzi, che ha organizzato i «Mercatini di Natale tra i trulli» in collaborazione con l’Agenzia «MiserviTu – Soluzioni Web» e la tipografia A.G.A. (Arti Grafiche Alberobello). I mercatini hanno ospitato la casa di Babbo Natale e poi la calata della befana (in collaborazione con il Gasp!-Cai di Gioia del Colle) e soprattutto tanti eventi tra cui il concerto dei Terraross che la vigilia dell’epifania ha riempito di gente e di euforia largo Martellotta.

Da non dimenticare il laboratorio della cartapesta a cura del Museo Diffuso Carnevale di Putignano e il laboratorio del cioccolato a cura dell’azienda Dulciar, partner del Comune di Alberobello per il cartellone «Trulli viventi».

Proprio grazie alla partnership con la Dulciar, tutti gli studenti delle scuole dell’Infanzia e Primaria di Alberobello hanno ricevuto un goloso dono natalizio realizzato dall’azienda di Noci in collaborazione con l’amministrazione. Qualche giorno prima di Natale l’assessore al Turismo, Antonella Ivone, e l’assessore alla Cultura, Alessandra Turi, sono stati nelle scuole alberobellesi e hanno consegnato ai piccoli studenti una cartolina augurale con la quale i bambini hanno poi potuto ritirare il dono, offerto dal sindaco Michele Longo e da tutta l’amministrazione, presso gli stand Dulciar dei mercatini di Natale.

Impossibile citare tutti gli eventi, ma non si possono dimenticare il concorso dei presepi al Museo del Territorio e il Tè musicale con l’omaggio ad Astor Piazzolla che ha chiuso il calendario di «Trulli viventi» il 7 gennaio.

“E’ stato un mese intenso – commenta l’assessore Ivone – che ci ha visto impegnati giorno e notte perché tutto riuscisse al meglio. Alberobello è stata sotto i riflettori e questo ci riempie di orgoglio e ci spinge già a lavorare per programmare gli eventi della prossima primavera e dell’estate. Ringrazio il sindaco, Michele Longo, e l’amministrazione tutta che ha collaborato con me perché ogni cosa andasse bene, Francesco Scandale che ha curato il «Christmas lights» e quanti si sono prodigati per ogni iniziativa, in particolare tutte le associazioni: Fatalamanga23, il centro artistico educativo Technê, l’associazione Da Betlemme a Gerusalemme, Trulli’s bikers, associazione Giancarlo Sumerano onlus, Alberobello Future, Bass Culture e Confcommercio. Un grazie anche a Cantine Albea e la ditta Centomani per gli addobbi in tutto il paese. Ai visitatori che hanno affollato le nostre strade do un arrivederci ai prossimi mesi, affinché possano apprezzare la magia di Alberobello anche nelle altre stagioni”.

Dicembre è stato anche il mese di «Trulli Tales», la nuova serie di animazione in 2D ambientata nel villaggio dei trulli, in onda su Disney Junior (canale 611 di Sky, ore 19.45, dal lunedì al venerdì) e che è stata lanciata in anteprima nazionale proprio ad Alberobello.

Queste feste, inoltre, saranno ricordate anche per la presenza di Alberto Angela che ad Alberobello ha girato una puntata di «Meraviglie», il nuovo programma di Rai Uno dedicato ai tesori italiani dell’Unesco. Alberobello e i trulli patrimonio dell’umanità saranno protagonisti dell’ultima puntata della trasmissione, mercoledì 24 gennaio.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

1 commento

  1. Peccato non essere venuto ad Alberobello proprio nel periodo natalizio! A quanto pare mi sono perso un sacco di cose bellissime! Purtroppo ci sono venuto una sola volta e, tra l’altro ero anche di passaggio, quindi pensai di comprare un tour su Toursharingpuglia. È stato bellissimo camminare in mezzo ai candidi trulli di questo paesaggio fiabesco e conoscerne la storia.
    Consiglio a tutti di andarci.

Commenta l'articolo