Politiche 2018. I candidati del Movimento 5 Stelle in Puglia

0

Ufficializzati anche i candidati del Movimento 5 Stelle in Puglia nei collegi plurinominali. Dopo le parlamentarie che hanno consentito di comporre le liste proporzionali dei collegi plurinominali, oggi è la volta dei collegi maggioritari.

Sono sedici i collegi uninominali che manderanno alla Camera dei Deputati un rappresentante pugliese, mentre altri 8 senatori verranno eletti negli altrettanti collegi pugliesi. I rimanenti parlamentari, invece, verranno eletti con i colleghi plurinominali.

I candidati del Movimento 5 Stelle rappresentano, per la maggior parte, delle new entry per le elezioni politiche. Tra i confermati il parlamentare barese Emanuele Scagliusi, l’andriese Giuseppe D’Ambrosio (vicecapogruppo alla Camera nella passata legislatura) e la senatrice di Lecce Barbara Lezi.

Ecco collegio per collegio tutti i candidati:

COLLEGI PLURINOMINALI CAMERA

Puglia 1 – Bari Libertà – Marconi LATTANZIO PAOLO
Puglia 2 – Bari – Bitonto RUGGIERO FRANCESCA ANNA
Puglia 3 – Molfetta GALIZIA FRANCESCA
Puglia 5 – Altamura ANGIOLA NUNZIO
Puglia 12 – Francavilla Fontana ARESTA GIOVANNI LUCA
Puglia 7 – Lecce NITTI MICHELE
Puglia 8 – Nardo’ ALEMANNO SOAVE
Puglia 9 – Casarano APRILE NADIA
Puglia 10 – Taranto DE GIORGI ROSALBA
Puglia 11 – Martina Franca CASSESE PAOLO
Puglia 13 – Brindisi MACINA ANNA
Puglia 6 – Monopoli SCAGLIUSI EMANUELE
Puglia 14 – San Severo GIULIANO CARLA
Puglia 15 – Cerignola TASSO ANTONIO
Puglia 16 – Foggia MENGA ROSA
Puglia 4 – Andria D’AMBROSIO GIUSEPPE

COLLEGI UNINOMINALI SENATO

Puglia 1 – Bari DELL’OLIO GIANMAURO
Puglia 2 – Altamura PIARULLI ANGELA BRUNA
Puglia 3 – Andria QUARTO RUGGIERO
Puglia 4 – Brindisi L’ABBATE PASQUA
Puglia 5 – Lecce IUNIO VALERIO ROMANO
Puglia 6 – Nardo’ LEZZI BARBARA
Puglia 7 – Taranto TURCO MARIO
Puglia 8 – Foggia PELLEGRINI MARCO

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo