Fototrappole a Nardò: multati altri 14 sporcaccioni

0

Grazie all’ausilio delle fototrappole a Nardò c’è una nuova offensiva della Polizia Locale di Nardò contro l’abbandono indiscriminato di rifiuti. Negli ultimi quarantacinque giorni sono stati addirittura quattordici i verbali elevati a danno di altrettanti “sporcaccioni” immortalati dalle fototrappole di ultima generazione collocate soprattutto nelle periferie e nelle marine, anche se due di questi verbali riguardano abbandoni di rifiuti in pieno centro urbano. Si tratta di dispositivi totalmente autoalimentati, dotati di ampia memoria rimovibile e di sensori notturni, che in questi giorni verranno smontati e ricollocati su altri siti sensibili per un altro ciclo di monitoraggio.

Il bilancio degli ultimi mesi, a questo punto, è di quasi un centinaio di verbali per violazioni alla normativa nazionale e locale in materia ambientale. Continua, dunque, senza sosta l’attività di monitoraggio del territorio da parte dell’amministrazione comunale per il tramite del Corpo di Polizia Locale. Al fine di contrastare il fenomeno, gli agenti del comandante Cosimo Tarantino, di concerto con l’autorità giudiziaria, sono impegnati in una serie di attività finalizzate al controllo remoto delle zone più a rischio individuate come “siti sensibili” e sparse sull’intero territorio comunale. Dalle immagini acquisite dai dispositivi continuano ad emergere, purtroppo, le pessime abitudini di coloro i quali sono colti in flagranza di illecito e spesso vengono segnalati anche per il mancato assolvimento dell’obbligo di pagamento della Tari. I verbali elevati comportano inevitabilmente l’applicazione di sanzioni amministrative.

“Complimenti per il brillante lavoro al Corpo di Polizia Locale e al comandante Tarantino – commenta l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio – che stanno combattendo una lotta senza quartiere agli incivili. Una lotta ancora più necessaria dopo l’intervento straordinario di pulizia e rimozione dei rifiuti abbandonati sui cigli stradali terminato a dicembre. Le fototrappole si stanno rivelando un ausilio preziosissimo in un territorio comunque molto vasto, ma deve cambiare l’approccio da parte di ognuno di noi all’ambiente, al paesaggio e alla città. Sino a quando considereremo il territorio qualcosa che non è “casa” nostra, il fenomeno purtroppo esisterà sempre”.

“Stiamo contrastando con puntualità ed efficacia – aggiunge l’assessore alla Polizia Locale Ettore Tollemeto – questa odiosa abitudine di abbandonare i rifiuti e di ferire vergognosamente l’ambiente. Non sarà mai abbastanza, ma la strategia è quella di perseguire senza soluzione di continuità gli sporcaccioni e tutti coloro che violano le norme in materia ambientale. Anche grazie agli sforzi quotidiani della Polizia Locale”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo