Maculopatia, al via oggi anche a Bari la campagna di prevenzione e diagnosi

0

Ha preso oggi il via anche a Bari la prima campagna nazionale di prevenzione e diagnosi della maculopatia promossa su tutto il territorio nazionale da CAMO (Centro Ambrosiano Oftalmico) e dall’Ospedale San Raffaele di Milano con il patrocinio del Ministero della Salute e della SOI (Società Oftalmologica Italiana).

L’iniziativa prevede visite oculistiche gratuite presso venti centri italiani a partire dal 29 gennaio fino al 23 febbraio. Nel capoluogo pugliese i cittadini interessati potranno recarsi presso la Clinica Oculistica Universitaria Policlinico di Bari in Piazza Giulio Cesare 11. Per usufruire dello screening gratuito è sufficiente prenotare la propria visita sul sito www.maculopatie.com: l’équipe di specialisti guidati dal professor Giovanni Alessio sarà a disposizione per diagnosticare la presenza di qualsiasi forma di maculopatia ed eventualmente suggerire le opportune terapie.

La campagna è indirizzata a persone di età superiore a 50 anni, periodo della vita in cui solitamente si possono presentare le prime avvisaglie della malattia. Le maculopatie determinano, nel lungo periodo, una grave riduzione della capacità visiva e una severa distorsione della vista che possono gravemente alterare la qualità di vita del paziente, sino a condurlo alla cecità. Nella sua forma iniziale, la malattia si presenta senza sintomi, per questo è indispensabile la diagnosi precoce.

Il mese della prevenzione e diagnosi delle maculopatie, supportato da un panel di sponsor prestigiosi (Allergan, Bayer, Novartis, SIFI, SOOFT e Zeiss), nasce dai risultati di un’indagine demoscopica a livello nazionale commissionata dal dottor Lucio Buratto, direttore scientifico del Centro Ambrosiano Oftalmico (CAMO) e dal professor Francesco Bandello, ordinario di Oftalmologia e direttore della Clinica oculistica dell’Università Vita-Salute, Istituto scientifico San Raffaele di Milano. I dati hanno mostrato che solo il 10% degli italiani ha una conoscenza e una consapevolezza della gravità della maculopatia, sia essa dovuta alla degenerazione senile, sia al diabete.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.