Indagato per corruzione l’assessore regionale Filippo Caracciolo, candidato alla Camera col Pd

0

Certo, si tratta ancora di una inchiesta, ed il garantismo deve essere assoluto. Ma quello che sta succedendo in queste ore all’assessore regionale pugliese all’Ambiente, Filippo Caracciolo, candidato del Pd alla Camera nel collegio uninominale Puglia 4 di Andria, è grave.

Caracciolo, infatti, è ufficialmente indagato per corruzione e turbativa d’asta nell’ambito di una indagine della Procura di Bari su una gara d’appalto per 5,8 milioni di euro per la costruzione di una scuola media a Corato.

L’indagine, che ha portato anche a diverse perquisizioni della Guardia di Finanza sia nell’abitazione che nello studio di Caracciolo, si inserisce nell’inchiesta sull’Arca Puglia che lo scorso dicembre ha portato già all’arresto, tra gli altri, dell’imprenditore che sarebbe stato favorito dall’intervento dell’Assessore regionale.

Secondo l’accusa e la tesi della Procura, infatti, Caracciolo avrebbe indotto il presidente della commissione aggiudicatrice della gara a favorire l’impresa dietro la promessa da parte dell’imprenditore Massimo Manchisi dell’appoggio per le prossime elezioni.

LE DIMISSIONI DALLA GIUNTA

Subito sono arrivate le dimissioni da parte di Caracciolo, che ha rimesso il suo posto nell’Esecutivo regionale. “Tale decisione – sottolinea lo stesso Caracciolo – è motivata esclusivamente dall’intento di tutelare l’amministrazione regionale e di consentire una serena prosecuzione delle indagini”. Le deleghe fino a ieri in capo a Caracciolo (Ambiente, Ecologia, Rischio Industriale, Vigilanza Ambientale) sono state riassegnate da Michele Emiliano a Raffaele Piemontese.

Al momento Caracciolo rimane candidato del Pd nel colleggio di Andria. “Non credo – evidenzia Marco Lacarra, segretario Pd Puglia – debba essere coartato in decisioni che competono alla sua persona”. Lacarra precisa che “l’avviso di garanzia è a garanzia dell’indagato: non è – conclude – un atto che di per sé implichi alcuna ipotesi di responsabilità”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo