Cerignola, la Dia sequestra beni per 700mila euro

0

Un importante sequestro di beni è stato messo a segno questa mattina dagli agenti del Commissariato di Polizia di Cerignola su disposizione della Direzione investigativa antimafia di Bari. Beni ed immobili, un complesso aziendale e numerosi conti correnti per un valore complessivo che supera i 700.000 euro sono stati sequestrati a Gerardo Caggianelli, 59enne di Cerignola (Foggia), con una lunga carriera di furti e repine alle spalle.

Secondo la ricostruzione degli investigatori l’accusa a Caggianelli è di aver fatto parte di un sodalizio criminale con base a San Pietro in Casale (Bologna), allo scopo di commettere numerosi furti a imprese e riciclaggio di veicoli ricettati, in varie regioni italiane: Veneto, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Umbria e Toscana. Nello scorso mese di marzo l’uomo è stato già colpito da provvedimento di custodia cautelare emessa dalla Procura di Venezia.

Il provvedimento di sequestro è stato emesso dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Bari su proposta del direttore della Dia.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo