Bifest2018: La Douleur. Marguerite Duras è Francesca

0

Il film del regista Emmanuel Finkiel è stato presentato ieri sera al Bif&st di Bari. Tratto dal diario della scrittrice Marguerite Duras; un romanzo intimo e privato nella cornice di una storia troppo grande persino per la guerra che l’ha generata.

Giugno 1944. A Parigi Robert Antelme, scrittore e maggior rappresentante della Resistenza viene prelevato dalle mura domestiche e deportato.

La sua consorte, Marguerite Duras (Melanie Thierry) è una giovane e talentosa autrice; moglie angosciata dall’assenza di notizie sul destino del marito, ripiegata sulla sua coscienza arrugginita dal senso di colpa; una relazione extraconiugale la lega infatti a un altro componente di spicco della Resistenza, e amico di famiglia, Dyonis (Benjamin Biolay).
Disposta a tutto per scartavetrare le ansie, vende il suo fascino ad un agente francese della Gestapo, Rabier (Benoît Magimel) che attratto della cultura e dalla sofisticata naturalezza della donna sembra volerla aiutare.

Nonostante i sospetti dei membri della Resistenza francese di cui ella stessa fa parte, la scrittrice non si arrende e porta aventi il suo piano per ricongiungersi alla fine della guerra, anche quella contro se stessa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.