Lecce, denunciati sei falsi invalidi residenti all’estero

0
????????????????????????????????????

Truffavano l’Inps percependo indebitamente pensioni di invalidità civile. Sono stati i Finanzieri del Comando Provinciale di Lecce a scoprire e denunciare sei salentini, tutti residenti fuori dai confini nazionali, che illecitamente erano beneficiari di pensioni di invalidità civile dell’Inps, pur vivendo e lavorando stabilmente all’estero.

Le indagini hanno permesso di scoprire che i sei italiani, si sono trasferiti all’estero o, in alcuni casi, di fatto sono stati sempre domiciati oltre confine, facendo venir meno il requisito, sostanziale ai fini dell’invalidità civile, della residenza nel territorio nazionale.

Inoltre è stato accertato che i sei hanno certificato redditi inferiori alla soglia prevista dalla legge falsificando le proprie dichiarazioni dei redditi.

I sei, stabilitisi in Svizzera e Germania, ricevevano la pensione tramite accredito su conto corrente, oppure ritiravano le somme allo sportello durante sporadiche presenze in Italia.

Gli accertamenti delle Fiamme Gialle sono stati effettuati anche con l’incrocio dei dati trasmessi dall’Inps e dai Comuni del Salento, ed hanno riguardato circa 3900 posizioni.

Gli autori degli illeciti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Lecce per truffa aggravata ai danni dello Stato, mentre è stata accertata l’indebita percezione di emolumenti per una somma di circa 400mila euro.

Tra i casi più eclatanti scoperti dalla Finanza quello di una donna originaria di Campi Salentina, residente in Germania, che ha eluso i controlli per oltre 27 anni, percependo 78mila euro in maniera indebita. Un uomo di Trepuzzi e residente in Germania ha invece ottenuto indebitamente un secondo codice fiscale che gli ha permesso di intascare in maniera illecita 45mila euro in 13 anni.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.