Alimentazione e impegni quotidiani: mangiare correttamente per migliorare le proprie performance

0
Photo by StockSnap / CC BY 0

Una corretta alimentazione sul luogo di lavoro e durante gli impegni quotidiani, siano essi lavorativi o sportivi, permette di affrontare in maniera efficace lo stress, aumenta la motivazione e determina importanti incrementi del livello della performance. Scopriamo come mantenere una dieta sana ed equilibrata durante le occupazioni giornaliere e quali sono gli alimenti indicati per i diversi tipi di lavoro.

Ognuno di noi sa che molto spesso durante la giornata lavorativa si tende a mangiare in fretta senza fare attenzione alla qualità dei cibi. Panini, pizze e tramezzini permettono di tornare a lavorare più velocemente ma quasi mai in maniera più efficace. Lo conferma anche la ricerca scientifica. Un rapporto recente dell’Ufficio Internazionale del Lavoro (ILO) ha dimostrato come un regime alimentare carente o troppo ricco sul luogo di lavoro possano portare a un calo della produttività del 20%.

La corretta dieta di chi lavora deve considerare vari aspetti. Dal punto di vista del cibo è fondamentale tener conto delle proprietà energetiche e dei valori nutritivi. Da quello del tipo di impiego, il lavoro svolto (d’ufficio o “fisico”), l’ambiente, gli orari. In linea di massima per aumentare la resistenza allo sforzo e la prontezza di riflessi sono necessari pasti non troppo abbondanti e facilmente digeribili con la presenza di carboidrati, legumi, verdura, frutta e acqua.

Un suggerimento valido per tutti è quello di iniziare la giornata con una buona colazione e fare il pieno di carboidrati complessi per affrontare gli impegni quotidiani. Cereali e proteine non devono mai mancare sulle nostre tavole così come una tazza di caffè (utile per aumentare il livello di attenzione), dell’acqua e delle bevande ricche di vitamine.

Durante la giornata la strade si diversificano. Per chi svolge un lavoro sedentario i dietologi consigliano tisane drenanti o tè verde utili a combattere la ritenzione idrica e per pranzo piatti a base di proteine magre. Nel pomeriggio una buona abitudine è quella di consumare del caffè o del cioccolato per evitare cali di concentrazione.

Quei cali di concentrazione che vanno evitati non solo nel mondo del lavoro ma anche in quello dello sport, dove la presenza e la freschezza mentale sono fondamentali per ottenere performance di alto livello. Se nel calcio è famoso l’esempio della dieta del campione del Barcellona Lionel Messi, affidatosi all’esperto italiano Giuliano Poser, ci sono altri sport in cui la concentrazione è imprescindibile.

Emblematico è il caso del poker sportivo, una delle discipline in cui l’attenzione è fondamentale per affrontare sessioni di gioco prolungate. In questo sport le dimostrazioni di come la corretta alimentazione sia di grande aiuto non mancano. Una su tutte quelle della professionista di fama mondiale Katerina Malasidou che ha indicato nell’alimentazione pianificata una delle ricette del suo successo al tavolo verde.

Per chi invece lavora come libero professionista o senza orari precisi, diventa ancora più importante la prima colazione, meglio ancora se a base di cibi non dolci. Il consiglio per il pranzo è quello di dare spazio a insalate mista o pasta senza condimenti pesanti. Mentre a cena sono preferibili legumi, pesce e altri cibi proteici.

Diverse le indicazioni per chi lavora di notte, una delle condizioni più difficili in cui mantenere una dieta sana. I lavoratori notturni sono i più soggetti ad alcuni tipi di patologie alimentari. Per questo diventa fondamentale nutrirsi a intervalli regolari ed evitare digiuni prolungati tra un pasto e l’altro.

 

In termini pratici è buona abitudine mangiare prima e dopo il turno di lavoro assicurandosi una giusta dose di carboidrati e una colazione leggera al rientro mattutino. Durante la notte è fondamentale bere frequentemente e prima dell’inizio del lavoro sfruttare l’effetto benefico del caffè.

 

Condividi
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Rispondi