Matera, inchiesta delle Fiamme Gialle su illeciti nella Asl. Ai domiciliari nomi eccellenti

0

Nelle prima ore di questa mattina sono state emesse trenta misure restrittive, eseguite dagli uomini della Guardia di Finanza, nell’ambito di una complessa operazione su presunti illeciti nel sistema sanitario in Basilicata e su illeciti nei corcorsi e forniture della Asl di Matera. L’attività ha visto impegnati circa 100 tra uomini e donne delle Fiamme Gialle.

Nei confronti degli indagati sono stati contestati “a vario titolo in fatti riconducibili a reati contro la Pubblica amministrazione”.

Tra le persone che si sono viste notificare provvedimenti restrittivi il presidente della Giunta Regionale della Basilicata Marcello Pittella (Pd), che è finito agli arresti domiciliari da questa mattina nella sua casa di Lauria (Potenza). Il provvedimento gli è stato notificato dalla Guardia di Finanza.

Coinvolti nella stessa inchiesta e destinatari di misure cautelari anche il direttore generale dell’Asl di Bari, Vito Montanaro, e il responsabile dell’anticorruzione della stessa Asl, l’avvocato Luigi Fruscio di Barletta. Secondo fonti di stampa ai due indagati pugliesi sarebbe stato contestato un episodio di abuso d’ufficio legato ad un presunto concorso truccato alla Asl di Matera.

Tra gli altri ai domiciliari anche i commissari delle due aziende sanitarie lucane Giovanni Chiarelli (Asm Potenza) e Pietro Quinto (Asm Matera) insieme al direttore amministrativo delle Asm Maria Benedetto.

Maggiori dettagli sull’operazione verranno diffusi a Matera nel corso di una conferenza stampa nella tarda mattinata di oggi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.