Psr, piani non sostenibili, in Puglia bocciate tre domande di finanziamento su quattro

0

Piano di Sviluppo Rurale, in troppi chiedono sostegno pubblico presentando domande con valori e piani di investimento con numeri non verosimili. E la Regione Puglia ne escluderà circa 3 su 4.

Saranno, infatti, più del 73% le domande escluse dal finanziamento previsto dalla misura del dedicata al sostegno degli investimenti delle aziende agricole.

Ad annunciarlo è stato l’assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia che ha presentato l’esito dell’istruttoria preliminare del bando.

“Su 652 aziende sono 477 quelle che presentano dati non corretti e che come tali saranno, ad istruttoria ultimata, oggetto di preavviso di rigetto – ha dichiarato di Gioia, riportando i dati contenuti nella relazione che ha predisposto l’Autorità di Gestione del PSR Puglia– In sostanza più del 73% delle domande ammesse a istruttoria, salvo motivate controdeduzioni, saranno, quindi, escluse. Si tratta di un dato fuori dalle previsioni più pessimistiche che, purtroppo, attesta che in molti hanno o sbagliato i valori della domanda di finanziamento o artificiosamente utilizzato il bando per raccontare di performance aziendali fuori da quelli che sono i range economici di sostenibilità e compatibilità. Questo tradisce la fiducia della PA e compromette il rapporto di lealtà che la Regione ha con gli utenti”.

“Gli esiti delle istruttorie – ha quindi sottolineato Di Gioia – sulla Misura in oggetto sono il frutto del lavoro che abbiamo svolto e che consegnamo ai giudici del TAR tramite la nostra costituzione nelle cause che si discuteranno domani, sia in sede cautelare sia, ci auguriamo quanto prima, nel merito”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.