Prima sconfitta per il Bari di mister Cornacchini che trova sulla sua strada, nel turno preliminare di Coppa Italia di serie D, la matricola Bitonto, neo promosso dall’eccellenza pugliese. Bari che non ha mai davvero inciso durante la gara ma che si è fatto sopravanzare dall’ordine e dalla maggiore voglia di vincere degli ospiti.

Non hanno convinto le seconde linee biancorosse, entrate in campo senza mordente e mai pericolose. Pozzebon su tutti, completamente in ritardo di condizione e forse con un pizzico di presunzione di troppo. Si divora il gol del pareggio e aiuta poco i compagni.

Cornacchini è evidentemente contrariato per la sconfitta. Ma soprattutto per l’infortunio di Floriano. L’attaccante biancorosso infatti, entrato nel secondo tempo, ha dovuto lasciare anzitempo il campo per un fastidio dietro la coscia: “Era tutto scritto stasera. – esordisce amaro Cornacchini – Il dispiacere più grosso è perdere un giocatore come Floriano e mi prendo la responsabilità perché devo essere più sveglio. I giocatori sono in ritardo di condizione e i giocatori non sono pronti per due competizioni. Tornassi indietro non farei lo stesso errore”.

Sulla gara Cornacchini non recrimina. Anzi: “Noi non abbiamo fatto male, – dice – abbiamo fatto una gara discreta, abbiamo avuto occasioni che non siamo stati bravi a concretizzare. Brienza? Più passano gli anni e più secondo me deve giocare più indietro. E’ chiaro che è uno che ha grandissime qualità ma anche lui non sta benissimo. La coppa serviva per capire molte cose e per dare minutaggio ad altri giocatori. Certo però che è un peccato uscire”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.