Adelfia. È guerra a chi non rispetta le campagne

0

Presi con le mani nella immondizia. Adelfia non fa sconti, tutt’altro.

Multe salate a chi continua ad utilizzare le campagna come contenitore per la spazzatura a cielo aperto. L’attuale amministrazione non perdona e lo dimostra coi fatti – una multa da 600 ero, l’ennesima – e con moniti come quello pubblicato su una locandina al vetriolo.

Le multe di questo tipo che ammontano a diverse centinaia di euro sono state finora 10.

Le fototrappole – marchingegni sensibili agli spostamenti – sono state disseminate in diverse aree della campagna locale, e nonostante il lavoro di trasposizione delle immagini e di riconoscimento dei trasgressori sia lungo e articolato, la battaglia in favore dell’ecosostenibilità non teme ostacoli.

Ma l’osservatorio sull’attenzione all’ambiente è attivo in tutta l’area della città di Adelfia. Soldati in difesa dell’ambiente operano con appostamenti nelle vie del centro abitato, ricercano indizi nelle buste dei rifiuti, controllano le aree ecologiche all’interno dei condomini. Un lavoro senza sosta che parte dal rispetto per il territorio e schernisce chi non lo difende.

Condividi
Maria Pia Ferrante
Nata a Bari nel 1982, laureata in Farmacia, è insegnante e pubblicista. Appassionata di cinema e musica, vivrebbe ovunque purché davanti un palco o un grande schermo. Mischia cucina e alchimia. Sunset victim; rock fanatic. Girovaga per festival e si commuove sempre sulla sigla di Fuori Orario

Nessun commento

Commenta l'articolo