Adelfia, la cultura e la polemica che corre sul web #persinoadelfia

0

#persinoadelfia è la risposta dell’Assessore alle promozione del territorio e allo sviluppo tecnologico del Comune di Adelfia, Maria Cesaria Giordano all’insinuazione di una testata online che lo metteva all’angolo dell’interesse culturale.

Psicologa per formazione, social manager per professione, la giovane politica sottolinea con ironia quanto riportato dal giornale di un paese limitrofo a proposito del progetto “99 borghi” proposto da Confguide e Confcommercio: “Ci sono mete storiche del turismo pugliese (Trani, Polignano a mare, Alberobello e Martina Franca) e nuove località che su turismo stanno investendo (Altamura, Acquaviva, Conversano) ma anche luoghi che mai ti saresti aspettato potessero parlare ai turisti (Noicattaro, Sannicandro e persino Adelfia)….” – si legge sulla pagina contestata dalla Giordano.

L’assessore, che proprio la scorsa domenica ha guidato una fitta folla di cittadini e turisti dei paesi limitrofi alle porte di Bari in due turni, ha voluto rispondere in tono ironico, ma per le rime, inserendo tra le didascalie delle immagini che hanno raccontato il percorso di ieri sui social l’hastag #persinoadelfia. “Per Adelfia è l’inizio di un percorso di promozione del territorio e di maggior coinvolgemento dei residenti che devono essere i primi promotori di questo paese che rappresenta un unicum sul suo essere doppio” – ha precisato l’assessora, che promette nuove iniziative destinate a garantire che #persinoadelfia, un paese conosciuto un tempo quasi solo per  la rinomata festa patronale di San Trifone e oggi anche per il fermento culturale che solletica il panorama artistico nazionale e internazionale, può crescere e farsi conoscere e riconoscere”.

Condividi
Maria Pia Ferrante
Nata a Bari nel 1982, laureata in Farmacia, è insegnante e pubblicista. Appassionata di cinema e musica, vivrebbe ovunque purché davanti un palco o un grande schermo. Mischia cucina e alchimia. Sunset victim; rock fanatic. Girovaga per festival e si commuove sempre sulla sigla di Fuori Orario

Nessun commento

Commenta l'articolo