Adristorical lands, conferenza finale per un nuovo turismo in Puglia

0

Si è tenuta a L’Aquila la conferenza finale di Adristorical lands, Progetto di Cooperazione Transfrontaliera IPA – Instrument for Pre-accession Assistance – Adriatico, che promuove una nuova forma di turismo sostenibile relativa alle notevoli, ma in gran parte sconosciute, attrazioni ed itinerari del patrimonio storico e culturale delle coste adriatiche quali borghi storici, città murate, palazzi e teatri, ponendo l’attenzione anche verso le importanti opportunità economiche e culturali legate alle nuove tipologie di turismo in crescita.

Il tema al centro della conferenza sono state quindi le strategie future di sviluppo del turismo nell’area adriatica nel quadro della strategia della macroregione adriatico – Ionica e della nuova programmazione comunitaria 2014-2020. All’evento, tenutosi il 23 settembre 2014 presso Villa Dragonetti a L’Aquila, hanno preso parte Fabio Romito, Assessore alle Politiche Comunitarie della Provincia di Bari, partner di progetto, unitamente alla dirigente Rosa Dimita, Giuseppe Di Pangrazio, Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo ma anche Paola Di Salvatore, Autorità di Gestione del Programma IPA Adriatico, rappresentanti della Regione Molise – Lead Partner del Progetto – della Dalmazia , dell’Erzegovina, della Croazia e dell’Albania.

Un percorso, quello segnato da Adristorical Lands, che ha permesso alla Provincia di Bari di mettere in rete 16 siti di alto interesse storico artistico: torri e castelli disseminati sul territorio, valorizzati attraverso mostre, educational tour, totem informativi, brochure, mappe, etc, ovvero strumenti volti ad implementare e diffondere le peculiarità di un patrimonio dal valore inestimabile. Alla conferenza, inaugurata da

Attività importanti per tutti i territori coinvolti che hanno permesso di puntare i riflettori su siti ritenuti a volte secondari, valorizzati attraverso la creazione di itinerari transfrontalieri. Un obiettivo da perseguire anche nell’ambito delle strategie della nuova programmazione con la costruzione di un brand adriatico-ionico.

Risultati da capitalizzare e interpretare come punto di partenza per lo sviluppo sostenibile del turismo in Terra di Bari e nel bacino dell’Adriatico.

“Questa amministrazione provinciale – hanno affermato il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli e l’assessore alla Cultura, Nuccio Altieri – ha saputo impiegare con successo le risorse comunitarie assegnate con ricadute positive sul territorio e realizzando diversi obiettivi strategici prefissati nel campo della cultura, del turismo, della tutela ambientale, dell’agricoltura e dello sviluppo economico. L’auspicio è che la nascente Città Metropolitana di Bari, Ente che beneficerà di ingenti risorse provenienti dalla nuova programmazione dei fondi europei 2014-2020, possa fare tesoro di questa esperienza”.

A testimoniare quanto realizzato, l’apposizione di una targa presso i monumenti coinvolti direttamente nel progetto in Terra di Bari, unitamente alla consegna di un attestato di riconoscimento. Un piccolo supporto alla diffusione della cultura di cittadinanza europea, favorita dalla realizzazione dei progetti di cooperazione.

“La cooperazione internazione – ha dichiarato Fabio Romito, Assessore alle Politiche Comunitarie della Provincia di Bari – ancora una volta, si mostra preziosa alleata dei territori dell’Unione Europea e di quelli che ambiscono a farne parte. Valorizzare e preservare l’area Adriatica è un dovere per chi amministra territori ritenuti da sempre strategici”.

Attraverso i territori dei Partners, il progetto Adristorical lands intende favorire la creazione di itinerari turistici transfrontalieri che ne esaltino le eccellenze culturali e naturali, sottolineando la matrice comune così come le peculiarità specifiche dei partner coinvolti.

Condividi

Nessun commento

Commenta l'articolo