Aeroporti di Puglia, agosto positivo per il traffico passeggeri

0

Per i due scali aeroportuali pugliesi il mese di agosto ha rappresentato un grosso balzo in avanti rispetto allo scorso anno, che sottolinea l’appeal che la nostra regione rappresenta nelle scelte turistiche.

Nello scorso mese di agosto il totale complessivo – tra arrivi e partenze – registrato sugli aeroporti di Bari e Brindisi è stato di 756.637 passeggeri, il +7,3% rispetto ad agosto 2016 (704.833 passeggeri). L’incremento maggiore (+13,8%) è stato quello relativo al traffico di linea internazionale, i cui passeggeri sono stati 315.077 contro i 276.804 dell’anno scorso. Bene anche il traffico charter cresciuto dell’11,8% rispetto allo stesso mese del 2016.

Sul Karol Wojtyla di Bari i passeggeri – arrivi più partenze – sono stati 486.742, in crescita del 9,2% rispetto ad agosto dello scorso anno. Di questi 229.475 (+1,3%) sono stati i passeggeri di linea nazionale e 253.371 (+16,4%) gli internazionali. Sensibile incremento (+29%) per il traffico charter, i cui passeggeri sono passati dai 16.572 di agosto 2016 ai 21.380 dello scorso mese.

Positivo anche il dato dell’aeroporto del Salento di Brindisi dove lo scorso mese i passeggeri – sempre tra arrivi e partenze – sono stati 269.886, in crescita del 4,1% rispetto a agosto 2016 (259.159 passeggeri). I passeggeri di linea nazionale sono stati 183.055, +4,1% rispetto ai 175.804 del 2016, mentre è stato del 6,9% l’incremento registrato dalla linea internazionale (79.706 i passeggeri 2017 rispetto ai 74.527 passeggeri 2016).

Passando alla lettura dei dati aggregati (Bari+Brindisi) per il 2017, i primi otto mesi hanno fatto segnare 4.692.477 passeggeri, il +5,3% rispetto alle 4.454.909 unità del 2016.

Sull’aeroporto di Bari i passeggeri (tra arrivi e partenze) dei primi otto mesi sono stati 3.105.284, l’8,4% in più rispetto al 2016. Continua a migliorare il dato progressivo riferito all’aeroporto del Salento di Brindisi che nel periodo gennaio – agosto 2017 ha registrato un totale di 1.587.193 passeggeri, il che ha permesso di ridurre al solo 0,2% il gap rispetto al dato 2016.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo