Agricoltura pugliese, a rischio 87 milioni di fondi europei

0

Due mesi e poco più per spendere le risorse disponibili oppure restituirli all’Europa. E la Puglia rischia di essere in grave ritardo, a tutto danno dell’agricoltura regionale.

L’agricoltura pugliese rischia di perdere ben 87 milioni di euro di fondi FESR. Per questo, i consiglieri regionali di Forza Italia Mazzei, Zullo, Congedo, Marmo, Aloisi, Surico, Pica, Friolo e Lospinuso hanno depositato un’interrogazione urgente diretta al presidente Vendola e all’assessore Nardoni.

“Quello che potrebbe succedere nel comparto agricolo pugliese – dichiarano i consiglieri – non ha precedenti nella storia del nostro territorio ed è soprattutto di inaudita gravità a causa dell’inefficienza della Giunta Regionale nell’affrontare problemi strategici per le aziende del settore. Nel report di settembre, pubblicato sul sito della rete rurale nazionale che riporta l’avanzamento della spesa pubblica sostenuta al 30 settembre 2014 dai PSR italiani, emerge che la Regione Puglia rischia di dover restituire all’Unione europea più di 87 milioni di euro di fondi FESR“.

“Questo potrebbe accadere qualora la nostra Regione non riesca a spendere entro il 31 dicembre 2014 le somme disponibili, utili a sostenere l’agricoltura di qualità e dare risposte agli imprenditori e alle aziende che soffrono per problemi catastrofici come quello della Xylella. Vista la gravità della situazione, chiediamo alla Giunta se siano reali i dati inseriti nel report, da cui emerge il rischio di dover restituire gli 87 milioni – concludono –  e quali siano le misure urgenti, dato il breve lasso di tempo, che si intendono adottare per spendere le risorse disponibili a favore del mondo agricolo, che mai come oggi versa in stato di grande difficoltà”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo