Alberobello, tutto pronto per la 47esima edizione del Presepe Vivente

0

Più di 13mila presenze ogni anno, 200 figuranti, una scenografia imponente e una macchina organizzativa eccezionale.

E’ tutto pronto ad Alberobello per la 47ma edizione del Presepe vivente, organizzato dall’associazione «Da Betlemme a Gerusalemme». Si parte il 26 dicembre, dalle 16.30 e si continua il 27, 28 e 29 (in caso di condizioni meteo avverse ci sarà una giornata di recupero il 30 dicembre). L’ingresso è gratuito, ma c’è la possibilità di prenotare la visita scegliendo giorno e ora.

Il Presepe Vivente, che si terrà nel rione Aia Piccola, è uno degli appuntamenti clou di «Trulli viventi» il cartellone di manifestazioni natalizie realizzato dall’amministrazione comunale, e ogni anno in tantissimi arrivano ad Alberobello per visitarlo.

Il tema di quest’anno è la felicità nel segno del motto «…Siate Felici» Geremia (7,23). «Il Presepe di Alberobello è un evento religioso e non folkloristico e la sua realizzazione è guidata da un particolare messaggio diverso ogni anno – spiega l’associazione –. La stesura dei testi, con i giovani della parrocchia Sant’Antonio, è in corso. Ci stiamo interrogando sulla domanda: «Cosa devo fare per essere Felice?». L’uomo da sempre è alla ricerca della felicità e oggi l’istanza di felicità è urgente, proviene da tanti ambiti, e la sua assenza, come mancanza di speranza, ha il sapore amaro della rinuncia. La felicità è nel Vangelo; essa è sinonimo di beatitudine, di semplicità, di desiderio,di vicinanza, di relazione, di attesa, di Natale».

Il Rione Aia piccola nei giorni del presepe diventerà un suggestivo paesaggio ottocentesco.  L’ingresso è previsto da Largo Martellotta. Per maggiori info è possibile visitare il sito www.dabetlemmeagerusalemme.it o chiamare inumeri: 3335222150 – 3333261655.

La prenotazione fornisce un orario di massima per l’ingresso al Presepe ed i biglietti prenotati dovranno essere ritirati almeno un’ora prima dell’orario prenotato.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.