Andria: maxi sequestro ad imprenditore

0

 

Appartamenti, 4 società, 14 immobili, 42 conti correnti su 20 istituti di credito, 18 autovetture (tra cui una Porche Primera) ed un calzaturificio. Un patrimonio del valore di 100 milioni di euro quello sequestrato questa mattina dai  Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, in esecuzione di un decreto emesso dal Tribunale di Trani – Sezione Misure di Prevenzione su proposta della Procura della Repubblica di Trani.

I beni sono stati sequestrati ad un imprenditore di Andria titolare di un calzaturificio che produce anche su commissione di noti marchi nazionali. Il sequestro è stato ordinato in quanto risulterebbero una forte discrepanza tra il tenore di vita dell’imprenditore e i redditi denunciati.

“La misura – spiega un comunicato dei Carabinieri – è stata adottata ai sensi del Codice Antimafia che prevede il sequestro e la successiva confisca di beni accumulati illecitamente da soggetti ritenuti socialmente pericolosi e che abbiano evidenziato un tenore di vita sproporzionato rispetto al reddito dichiarato”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo