Antiprostituzione, 8 verbali della Polizia Locale di Lecce

1

“Progetto sicurezza” è il nome dell’operazione, affidata alla Polizia Locale di Lecce, che soprattutto nei fine settimana cerca di contrastare il fenomeno, diffuso in città, della vendita di materiale contraffatto nella centralissima via Salvatore Marchese. Ma non è stata l’unica operazione messa in atto nel capoluogo salentino. Numerosi controlli, infatti, sono stati effettuati in quello che è ormai noto a tutti come un vero e proprio quartiere “a luci rosse” con una forte presenza di prostitute per strada.

Durante i controlli finalizzati al rispetto dell’ordinanza sindacale antiprostituzione n. 255/2016, in vigore nella zona tra la stazione ferroviaria e Via Vecchia Carmiano, gli agenti hanno contestato otto verbali, sei a clienti e due a prostitute.

Gli interventi soprattutto in via Diaz e via Rudiae, in tutti i casi la pattuglia ha assistito alla contrattazione della prestazione sessuale e ha fermato il veicolo dopo che il conducente ha consentito la salita a bordo della prostituta. Medesima sanzione di 300,00 € per entrambi, per gli uomini, un leccese e cinque della Provincia, alcuni ventenni e nessuno di età superiore ai quant’anni, e per le giovani donne, una leccese e una romena, verbalizzate, e quattro ragazze di probabile nazionalità nigeriana che si davano alla fuga all’arrivo degli agenti.

Nelle stesse ore in pieno centro un’altra pattuglia procedeva al sequestro di diciassette scarpe dal marchio presumibilmente contraffatto e di due ciclomotori, ai fini della confisca, perché sprovvisti di copertura assicurativa.

1 commento

  1. Affermo che le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.