Aperto a Crispiano il primo stabilimento pugliese di lavorazione della Canapa

0

Alla presenza del presidente della Regione Nichi Vendola e dell’assessore all’Agricoltura Fabrizio Nardoni la South Hemp Tecno ha avviato oggi a Crispiano  i motori del primo stabilimento pugliese di lavorazione della canapa. Con un investimento di circa al milione di euro l’azienda potrà produrre materiali utilizzati in tanti settori. L’impianto tarantino, secondo solo a quello di Carmagnola in Piemonte, porterà in Puglia inizialmente la canapa prodotta dai 250 ettari seminati tra Abruzzo, Molise, Basilicata, Campania, Calabria e soprattutto Puglia, ma il progetto prevede di superare questa soglia e lavorare il prodotto coltivato almeno in 500 ettari. “È un felice incontro tra economia e ecologia” ha commentato Nichi Vendola.
“Oggi la coltivazione della canapa sul nostro territorio è una realtà che la Regione Puglia ha accompagnato e sostenuto.  – ha aggiunto l’assessore Nardoni – Mancava il tassello importante della trasformazione del prodotto. L’anello della filiera che consente di commercializzare e fare profitto su questo segmento agricolo originariamente demonizzato ed oggi finalmente riscoperto nelle sue potenzialità agricole, alimentari, di ambientalizzazione e per uso chimico e industriale. L’inaugurazione dell’impianto di trasformazione a Crispiano è la migliore risposta al disfattismo di chi pensa che non si possa partire dall’agricoltura per invertire la rotta di un territorio dalle grandi criticità ambientali, occupazionali e sanitarie”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo