Un tripudio di applausi per il Fashion show di Sposi nel Borgo antico

0

La scelta dell’abito, si sa, è momento importante, soprattutto per un giorno speciale come quello del matrimonio, per tutti, in primis per gli sposi ma anche per gli invitati, dai più piccini agli adulti. Un tripudio ieri sera per il fashion show ideato e curato da Vito Di Ceglie con la sua Cosmopolitan Agency. Bellissimi e fieri i suoi modelli, hanno sfilato indossando abiti da sogno, cadenzando il loro incedere su musiche suggestive, scelte per l’occasione dallo stesso Di Ceglie.

Reca la sua firma la magistrale regia che ha scandito la serata, oltre che l’organizzazione di Sposi del Borgo antico assieme alla Bycycle Studio Adv & Mkt di Gianluigi dell’Orco. Una manifestazione ogni anno in crescendo che gode del patrocinio della città di Bisceglie, organizzata in collaborazione con Confcommercio Bisceglie, Bisceglie Viva e Associazione Borgo antico Bisceglie.

Le sfilate, sicuramente l’evento clou e più atteso anche di questa terza edizione, hanno dato un ventaglio di possibilità di scelta al numerosissimo pubblico che affollava Piazza Margherita di Savoia a Bisceglie, ammirati dall’imponente passerella e dal gioco di luci ai piedi del teatro Garibaldi. Tutto è iniziato con la moda bimbo di Bollicine (Bisceglie). I piccoli modelli vestiti a festa hanno conquistato il pubblico con la loro genuinità e dolcezza. A ritmo serrato si è alternata la gran cerimonia donna di Acquaviva Boutique (Bisceglie) che ha fatto letteralmente sognare. Tra le splendide modelle e gli abiti ricercati ed eleganti è stato tutto un omaggio alla classe e alla raffinatezza della sartorialità, vanto del made in Italy nel mondo. La boutique Acquaviva ha così festeggiato al meglio la sua trentennale carriera nel fashion. Anche la presentatrice, una Maria Rita Minoia in grande spolvero, speaker di punta del media partner Radio Selene, indossava un abito Acquaviva, che ha aggiunto eleganza alla bravura nella conduzione.

Uno sguardo attento anche all’haute couture con le Creazioni di Arianna Laterza, giovanissima stilista emergente, che ha già avuto modo di calcare con i suoi abiti passerelle importanti come quelle parigine. La sua capsule, fatta di tessuti preziosi e impalpabili, era ispirata alle sfumature impareggiabili del fenomeno dell’aurora boreale. La Laterza, di Acquaviva delle Fonti, appena ventiduenne, ha già vinto un premio alle eccellenze di Puglia. Il suo sogno sarebbe aprire un atelier a Parigi.

Un ringraziamento poi è andato all’Istituto I.I.S.S. Sergio Cosmai di Bisceglie e Trani e al suo dirigente scolastico Donato Musci per aver collaborato anche quest’anno, grazie all’ausilio di 60 studenti, distintisi per professionalità e impegno, all’organizzazione di Sposi nel Borgo antico. Ad incassare gli applausi due professoresse in rappresentanza dell’istituto: Giuseppina Amoruso e Eliana De Nichilo.

Uno sguardo anche alla creatività nello spazio riservato sul palco ad una “sposa non convenzionale”, interpretata dalla modella Roberta De Feudis, il cui abito, realizzato da scarti di lavorazione e ritagli di tulle e stoffe, è stato ideato dalla designer Michela Rociola di ScartOff di Barletta e impreziosito dai fiori del fiorista Sabino Piazzolla de L’arte del fiore di Barletta. Un esempio di come il riuso di materiali rielaborati con l’ingegno sia oltre che una pratica ecologica anche espressione di creatività pura. Creatività non smentita dalla sfilata dello stilista Sebastiano Gramegna e le sue Borse di Seba (Bisceglie). Accessori di pregio per la manifattura completamente hand made, impreziosite da ricami e jais, anch’essi tutti realizzati e applicati a mano. Quando l’idea, la scelta dei materiali giusti e una macchina da cucire fanno la differenza.

Non solo abiti e accessori nella serata dedicata alla moda però, ma anche i consigli giusti per l’acconciatura e il colore della sposa più bella. Perché si sa, “trucco e parrucco” sono importanti per il giorno del sì! Le tendenze sono quelle del capello naturale, con sfumature color miele, “raccolto morbido”, in treccine, magari, dall’aspetto finto spettinato. È preferibile avere i capelli lunghi per il giorno del matrimonio perché i coiffeur abbiano la possibilità di elaborare acconciature più articolate. Per il trucco se prima si privilegiava un make up leggero per il matrimonio, ora si osa di più anche in rispetto alla personalità della sposa. Lo ha spiegato al pubblico una squadra d’eccellenza pugliese: gli hairdressers Mirko De Palo di Mirkart di Ruvo, Lello Spina Parrucchieri di Bisceglie, Carmine de Lucia di Terlizzi, Giacomo de Gennaro di Shine di Molfetta e la make-up artist Sara Di Baridi Bisceglie.

Il gran finale è stato scoppiettante. I tanto attesi abiti da sposa e da cerimonia per lo sposo di Harem Sposa Bisceglie e Summo cerimonia uomo Ruvo hanno emozionato e fatto sognare i nubendi. Dagli abiti più semplici a quelli più ricercati e ricchi un’alternanza di meraviglie si è dipanata dinanzi agli occhi del pubblico estasiato. Scroscianti applausi a chiusura dell’intero defilè.

Un pubblico proveniente da tutta la Puglia ha affollato non solo le sfilate ma anche i vicoli del centro storico, incuriosito dalle esposizioni e dagli allestimenti a tema “wedding”. Gli stessi che potranno essere visitati anche stasera, l’ultima di questa edizione di Sposi nel Borgo antico, allietati anche dagli spettacoli di musica dal vivo della Shaker agency, l’agenzia di Debora Massari e Maurizio Rella, a cui è affidata l’intera direzione artistica di Sposi nel Borgo antico.

Programma domenica 15 ottobre: dalle 19,00 alle 24,00 Spettacoli itineranti, musica live, esposizioni, cooking show.

Percorso completo su www.sposinelborgoantico.ithttps://www.facebook.com/sposinelborgoantico.it/

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.