Arriva il maltempo e la Protezione Civile dichiara l’allerta meteo

0

Dopo l’estate passata con l’ombrello in borsa e le domeniche di settembre e ottobre trascorse al mare, sembra che il maltempo stia giungendo anche in Puglia, con cambi davvero repentini nel clima mite a cui siamo abituati. Già da mercoledì pomeriggio, un nucleo di aria polare marittima in arrivo sull’Italia dal nord-Europa determinerà un marcato rinforzo della ventilazione, con precipitazioni temporalesche localmente di forte intensità. Il cambiamento climatico ha preoccupato il Dipartimento di Protezione Civile, che ha emesso un Avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede per la Puglia venti di burrasca o burrasca forte accompagnati da forti mareggiate lungo le coste esposte.

Entro la serata di mercoledì le temperature subiranno un tracollo di quasi 12 °C su tutta la Puglia rispetto ai valori dei giorni scorsi e della mattinata, localmente il calo sarà anche più accentuato in caso di forti temporali e dei forti venti di Tramontana.
Per quanto riguarda i temporali, i fenomeni saranno diffusi, intensi, ma rapidi : infatti già dal tardo pomeriggio il fronte temporalesco avrà abbandonato la regione lasciando spazio ai tempestosi venti di tramontana.
L’aria fredda che affluirà senza sosta dai Balcani da giovedi andrà ad interagire col mar Adriatico ancora caldo andando a provocare la formazione di temporali sparsi che a macchia di leopardo interesseranno la Puglia sino a venerdi. Data la presenza di aria molto fredda in alta quota non escludiamo diffusi fenomeni di grandine e addirittura qualche fiocco di neve sulle cime del Gargano.

Il Centro Funzionale Decentrato ha emesso una criticità ordinaria per rischio idrogeologico localizzato; dichiarata, pertanto, allerta gialla su tutto territorio regionale, diffondendo le seguenti regole:

 non sostare in locali seminterrati;
prestare attenzione nell’attraversamento di sottovia e sottopassi;
prestare maggiore attenzione alla guida di autoveicoli e moderare la velocità, al fine di evitare sbandamenti;
evitare le zone esposte a forte vento per il possibile distacco di oggetti sospesi e mobili (impalcature, segnaletica, ecc.) e di caduta di oggetti anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri (vasi, tegole…);
non sostare lungo viali alberati per possibile rottura di rami;
prestare attenzione lungo le zone costiere, e, in presenza di mareggiate, evitare la sosta su moli e pontili;
in caso di fulminazione, evitare di sostare in vicinanza di zone d’acqua e non portare con sé oggetti metallici.

Raccomandiamo ai lettori di osservare le norme di prevenzione e prestare molta attenzione nei tratti solitamente soggetti a dissesti nei casi di maltempo.
Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo