Arriva nelle sale “Walking on sunshine”

0

Le voci si sono rincorse a lungo, i rumours ci sono stati già dalla fine della scorsa estate, quando erano cominciate le riprese di uno dei film dal più imponente budget mai girato in Puglia; ma questa volta non si tratta più di semplici pettegolezzi, perché è ufficialmente in uscita “Walking on sunshine”, lungometraggio americano girato interamente in Salento, tra Nardò, Lecce e Presicce. Nelle sale italiane potremo vederlo a partire dal 4 settembre.

Una imponente produzione guidata dai registi Max Giwa e Dania Pasquini (già autori di Street Dance 2 e 3) ha difatti realizzato un musical frizzante e irresistibile, una sorta di Grease 2.0 con una spolverata di “Mamma mia!”. Il più classico dei triangoli amorosi, però, si accende questa volta all’ombra del barocco leccese. Grandi successi degli anni 80 e scatenati balli nella tradizione di Broadway si svolgono in scorci a noi familiari, avendo l’Apulia Film Commission intercettato la produzione che già aveva stabilito di girare il film in Spagna. Ma il Salento l’ha spuntata, portando in Puglia un budget di 9 milioni di euro.

Nel cast ritroviamo Leona Lewis, conosciuta come attrice ma soprattutto cantante, dopo il trionfo nell’edizione inglese di “X Factor” e il conseguente successo di molte sue canzoni diventate hit (chi non ricorda la sua strappalacrime “Bleeding love”?) e, per la gioia delle sue molte fans italiane, il bel Giulio Berruti.

La data di uscita di “Walking on sunshine” è stata negli USA e in UK il 13 giugno, e la decisione di proiettare questo film così ricco delle bellezze del nostro territorio proprio ad inizio estate è tutt’altro che casuale: una scelta strategica che infatti rientrava nella campagna di promozione della regione #WeAreInPuglia, per promuovere la Puglia nel mondo. E la Puglia di “Walking on sunshine” si promuove benissimo da sé: già dal promo del film il centro storico di Nardò e le meravigliose spiagge salentine appaiono in tutto il loro suggestivo splendore, facendo da perfetta cornice per una divertente storia d’amore e di equivoci tra due sorelle.

Condividi

Nessun commento

Commenta l'articolo