Autorità Portuale di Bari, i grillini: “nessuna trasparenza nel metodo per la scelta di Patroni Griffi”

0

Manca soltanto l’ufficialità per l’arrivo di Ugo Patroni Griffi, già presidente della Fiera del Levante, alla guida dell’Autorità Portuale di Bari. E’ stato, infatti, raggiunto l’accordo tra il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, e i presidenti delle Regioni interessate sui nomi di 8 dei 15 presidenti di Autorità di Sistema Portuale. Il passaggio decisivo è, adesso, quello nelle commissioni parlamentari prima dell’emissione del decreto di nomina.

Ma sulla nomina del prossimo presidente dell’Autorità Portuale barese (così come degli altri nominati) il metodo ha lasciato perplesso sia M5S che alcune associazioni di consumatori, che hanno a più riprese parlato di mancanza di trasparenza.

Sull’argomento interviene con una interrogazione al Ministro Graziano Delrio, il deputato pugliese Diego De Lorenzis, capogruppo del M5S in Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati.

“Spero” – dichiara il portavoce M5S Diego De Lorenzis – “che il Ministro Delrio smentisca le indiscrezioni giornalistiche sulla nomina di Griffi a Presidente dell’Autorità Portuale di Bari. Ancora una volta il Governo di Renzi procede senza alcuna trasparenza!
Per i vertici di enti pubblici così importanti, il Ministro dei Trasporti, Delrio deve garantire una procedura assolutamente cristallina che garantisca meritocrazia, specchiata moralità e assenza di conflitti di interessi dei candidati. Sappiamo infatti che finora sono arrivati 200 curricula vitae per le presidenze delle 15 Autorità di Sistema previste in tutta Italia ma visionati da Delrio senza alcuna forma di pubblicità. Insomma: nuovi incarichi con il solito vecchio metodo spartitorio da Prima Repubblica, condito dalla deriva accentratrice del sistema a nomina diretta da parte del ministero.”

“Con il Governo Renzi“ – continua De Lorenzis – “troppo spesso abbiamo assistito a nomine di persone discutibili dal punto di vista professionale, in ruoli chiave in aziende statali e in altri enti fondamentali per il nostro Paese e per i servizi ai cittadini; nomine a volte legate a logiche partitiche e familistiche più che a veri criteri di comprovata competenza.”

Il Presidente di un’Autorità Portuale riveste un ruolo fondamentale non solo per il territorio ma anche per l’economia nazionale e la nomina non può, non deve, essere indirizzata da legami familiari o politici, bensì di oggettivi criteri di comprovata competenza, indiscutibile assenza di conflitti di interesse e specchiata moralità. Per questo motivo” – conclude il portavoce pugliese del M5S, Diego De Lorenzis –  “Delrio chiarisca quali sono le persone che si stanno proponendo a Presidente delle Autorità di Sistema Portuale e pubblichi tutti i curricula al fine di garantire la trasparenza.”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.