Non ha peli sulla lingua Vangelis Moras, capitano del Bari e protagonista di una piccola polemica negli ultimi giorni. A lui sono state addebitate parole di critica sulla città e sui baresi. “Ma non ho mai detto che questa è una città negativa, e tante cose scritte possono provocare malumori nello spogliatoio. Non volevo attaccare la città e i tifosi. Non è vero che non voglio chiedere scusa per le prestazioni. Io ho sempre detto come stanno le cose. Facciamo schifo in questo momento, mi prendo le mie responsabilità”.

“Ho 36 anni, ho sposato questo progetto e so quanto Bari abbia sofferto negli ultimi anni, tra calcioscommesse e fallimento. Si può dire che Moras è scarso – dice – ma non bisogna toccare la professionalità delle persone. Sarei un deficiente a dire qualcosa di male su città e tifosi. Ora è il momento di restare tutti uniti. Non bisogna seminare zizzania, e mi riferisco non solo ai giornalisti, ma a tutti”.

“Allora io ho detto solo di prendere la negatività e trasformarla in positività. – continua – Domani sarà una guerra e vediamo se abbiamo le palle”.

1 commento

  1. serve una scossa e’ sbagliato confermare Colantuono basta vedere cosa e’ successo alla Ternana……..dirigenza sveglia ci vuole coraggio e determinazione

Commenta l'articolo