Pareggio di rigore tra Bari e Spal che chiudono l’ultima gara del 2016 con un 1-1 grazie ai gol di Antenucci e Maniero entrambi proprio su penalty. Pareggio tutto sommato giusto nella gelida sera al San Nicola tra due squadre che hanno prodotto poche occasioni da rete. Un po’ meglio il Bari che nella prima parte del primo tempo e negli ultimi venti minuti di gara cerca di rivitalizzare la partita. La Spal arriva in Puglia acciaccata e con l’intento, fin da subito, di giocare per il pareggio. Non fa nulla infatti per impensierire Micai e compagni.

La gara cambia però al 35′ del primo tempo quando l’arbitro La Penna concede con estrema generosità un calcio di rigore alla Spal. Il Bari accusa il colpo ma gli ospiti non riescono ad affondare il colpo. Bari che rientra dagli spogliatoi con tanta voglia. Attacca bene la Spal e si guadagna un rigore, anche questo molto dubbio. Con il risultato piantato sull’1-1 il Bari cerca invano di sfondare e la Spal si difende bene.

Ottima la gara di Basha, uomo sempre presente in ogni zona del campo. Bene anche Scalera che deve evidentemente migliorare in fase difensiva ma si destreggia molto bene quando è lui ad attaccare. Male invece Doumbia e De Luca, sembrano spaesati e raramente riescono ad essere efficaci nelle loro azioni. Menzione a parte per Maniero che ritorna al gol dopo due mesi di digiuno ed è più lottatore che attaccante. La punta biancorossa difende palla e fa sempre un estenuante pressing alto, ma pecca troppe volte in fase di finalizzazione e nella ricerca della posizione giusta per essere servito. Positive le sue parole a fine gara: “Ho preso una botta nel primo tempo e poi ho stretto i denti. dice Maniero – Per come si era messa la partita è un punto guadagnato. Sapevamo che la Spal era un’ottima squadra. Siamo più compatti e stiamo ottenendo ottimi risultati. Dobbiamo continuare così fino alla fine”.

Tutto sommato soddisfatto Stefano Colantuono che ha trovato anche stasera una squadra grintosa: “Non parlo dell’arbitro, ci può stare che uno veda una cosa piuttosto che l’altra. La squadra comunque l’ho vista bene in campo. Non abbiamo concesso niente alla Spal che è una squadra forte e pericolosa. Abbiamo fatto una gran bella partita per atteggiamento, per mentalità e per come si era messa la gara. Furlan è entrato molto bene. Il bilancio della mia gestione è buono. Abbiamo avuto un po’ di problematiche ma abbiamo messo insieme un buon bottino, siamo rimasti attaccati alle pretendenti per la vittoria dei playoff. I ragazzi si danno da fare, oggi ci hanno provato fino all’ultimo. Il mercato? Non è facile la finestra di mercato, ma dovremmo cercare di lavorare in silenzio”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.