A Bari un convegno sugli strumenti per il finanziamento dei crediti commerciali

0

Lo sviluppo del territorio passa anche attraverso una corretta interfaccia tra debitori e creditori. A maggior ragione quando a dover pagare i fornitori sono le Pubbliche Amministrazioni. Una situazione che, soprattutto negli ultimi anni, ha portato a numerosi problemi, soprattutto per le piccole e piccolissime aziende che con la P.A. hanno Il 17 ottobre a Bari si svolgerà un incontro intitolato “Imprese e Pubblica Amministrazione: gli strumenti per il finanziamento dei crediti commerciali”, organizzato da Banca IFIS Impresa per mettere a confronto istituzioni e aziende locali su temi decisivi per lo sviluppo economico territoriale.

Durante l’evento, in programma presso The Nicolaus Hotel a partire dalle 14.30, si affronterà la questione dei ritardi nei pagamenti della Pubblica Amministrazione italiana verso i propri fornitori, che spesso limita la liquidità finanziaria delle piccole e medie imprese.

Qualificati esponenti ministeriali e delle associazioni approfondiranno il tema dei crediti commerciali delle realtà che lavorano con la Pubblica Amministrazione, spiegando alle PMI pugliesi come ottenere liquidità grazie all’anticipo delle fatture certificate e fornendo tutto il supporto necessario per operare al meglio sul mercato e favorire la crescita economica locale.

Analizzando il tema da più punti di vista, gli esperti di Banca IFIS Impresa forniranno indicazioni puntuali sulla procedura da seguire per certificare i propri crediti attraverso la piattaforma del Ministero dell’Economia e delle Finanze, e tutti i requisiti necessari per le aziende per accedervi.

Nel corso dell’incontro verrà inoltre presentato il servizio TiAnticipo di Banca IFIS Impresa, uno strumento a disposizione delle micro, piccole e medie imprese per affrontare le scadenze a breve termine e rilanciare gli investimenti. Con la nuova piattaforma digitale, le imprese possono ottenere liquidità immediata in pochi click grazie al finanziamento dei crediti certificati.

Per partecipare gratuitamente è necessario registrarsi al seguente link: clicca qui.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.