Bari, coppia a giudizio per maltratatmenti e abusi sessuali sui figli

0

Se la storia fosse dimostrata in Tribunale sarebbe di quelle agghiaccianti. Una coppia barese avrebbe maltrattato e violentato sessualmente i suoi 5 figli, tre dei quali tra i 7 ed i 10 anni.

Il gup del Tribunale di Bari Antonio Diella ha rinviato a giudizio i genitori di 5 bambini, 3 dei quali (età 7-10 anni) ritenuti vittime di maltrattamenti e violenza sessuale. I due, baresi di 31 e 34 anni, saranno processati a partire dal 2 febbraio 2015. A chiedere il processo non solo il pm Domenico Minardi e le parti civili, i nonni affidatari di due dei tre fratelli e i minori, ma anche il legale degli imputati che in aula hanno reso dichiarazioni spontanee, dicendosi innocenti.

L’avvocato Francesco Regina ha quindi chiesto il rinvio a giudizio convinto che “a processo sarà dimostrata l’assoluta estraneità dei miei assistiti – ha detto – rispetto ai fatti contestati”. Il difensore annuncia, inoltre, una denuncia contro ignoti “per accertare chi siano i veri responsabili delle vessazioni subite dai bambini”.

I fatti si riferiscono al maggio 2013, quando la figlia di nove anni raccontò ai nonni e agli assistenti sociali di aver subito una violenza sessuale (confermata dai referti medici) dal padre sulla spiaggia barese di Pane e Pomodoro, durante l’incontro domenicale stabilito dal Tribunale per i Minorenni, che nei giorni scorsi ha revocato la potestà genitoriale.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo