Bari e la Turchia ora sono un po’ meno distanti

0

La Turchia vede anche la Puglia come meta turistica ed apre ai collegamenti tra Istanbul e Bari. E’ Bari, con l’Aeroporto Internazionale Karol Wojtyla, la decima destinazione italiana di Turkish Airlines. La compagnia di bandiera turca aveva già annunciato con Aeroporti di Puglia durante il TTG Incontri 2014 la decisione di inaugurare per il 2015 la rotta Bari /Istanbul e adesso i biglietti sono già in vendita per i primi voli, quattro alla settimana, che inizieranno il 28 aprile 2015. La Puglia è il nuovo passo in avanti nella espansione del vettore turco in Italia e come ha avuto modo di sottolineare la General  Manger di Turkish Airlines, Yurdagul Altinoz, la compagnia “ è entusiasta di poter atterrare anche in Puglia, una regione ricca di cultura, storia bellezze naturali ed enogastronomia”.

Fa parte dell’accordo complessivo sul nuovo volo da Bari Turkish Airlines anche un grosso investimento in comunicazione da parte della compagnia, che prevede una partnership con Pugliapromozione per la promozione turistica.

In un incontro con i vertici dell’Agenzia regionale di promozione turistica  sono state messe a punto le attività di un programma di lancio che prevedono fra l’altro press tour ed educational in Puglia a partire già da febbraio, un evento di promozione turistica a Istanbul a maggio con gli operatori turistici pugliesi ed una campagna di comunicazione. Soddisfatti l’Assessore Regionale Silvia Godelli ed il Direttore Generale di Pugliapromozione, Giancarlo Piccirillo: “Il collegamento con un nuovo HUB internazionale, uno dei più grandi del mondo (51 milioni di passeggeri all’anno), apre alla Puglia nuovi scenari sul proprio sviluppo turistico, rendendola più facilmente raggiungibile dall’altra metà del pianeta. L’aeroporto di Istanbul è la porta perso quell’oriente in continua espansione, alla ricerca di nuove destinazioni per le vacanze e gli affari”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo