Bari, eletto Finocchio ma a tempo

0

Dopo tutto Finocchio. La lunga giornata politica di ieri si è chiusa  in tarda serata con l’elezione a vicepresidente del Consiglio comunale di Pasquale Finocchio, già capogruppo di Forza Italia. La giornata era iniziata presto e a lungo caratterizzata dalla contesa fra Irma Melini (Fi) e Anita Maurodinoia (Ls) per chi dovesse fare da secondo al presidente Pasquale Di Rella (Pd).

A consiglio già iniziato però, Anita Maurodinoia rinuncia ufficialmente alla candidatura scrivendo una lettera a Francesco Schittulli. La più suffragata del consiglio, 3.300 preferenze, comunica di non voler più concorrere alla vicepresidenza. A quel punto non restava che fare un reset generale e trovare un terzo nome ed ecco spuntare il nome del capogruppo del partito di Fitto che, a fine serata, viene eletto con 27 voti su 33 votanti, 2 nulle e 4 bianche. L’accordo interno al centrodestra barese è però transitorio in attesa di trovare una quadratura del cerchio tra i partiti. Stoppate così le speranze di Irma Melini.
Al neo eletto Pasquale Finocchio sono poi andati gli auguri di tutti i consiglieri ed in particolare del sindaco Antonio Decaro: “Conosco il consigliere Finocchio sin dalla mia prima esperienza da assessore tecnico nel 2004. Ho avuto modo di apprezzare il suo lavoro nelle commissioni in cui abbiamo collaborato e la sua correttezza istituzionale, nel rispetto dei reciproci ruoli. Sono sicuro che anche in questo nuovo ruolo, che si accinge a ricoprire, saprà dare il suo valido contributo ai lavori del Consiglio comunale e alla città”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo