Bari, inceneritore al San Paolo. Di Rella: “una storia con molte stranezze”

0

Una vicenda, quella dell’inceneritore da realizzarsi (forse) a Bari-San Paolo che lascia interdetto il consigliere comunale Pasquale Di Rella, soprattutto perchè sembra che la mano destra del Comune non sappia cosa ha intenzione di fare la sinistra, e viceversa.

Alla base delle riflessioni di Di Rella le contrastanti indicazioni che arrivano sulla questione dell’autorizzazione alla costruzione del nuovo inceneritore che sono arrivate dal sindaco di Bari, Antonio Decaro, che di fatto smentiscono atti dei propri dirigenti comunali.

“Due dirigenti del Comune di Bari – spiega Di Rella – a capo di Ripartizioni diverse, esprimono entrambi parere favorevole e partecipano attivamente al procedimento amministrativo per il rilascio dell’autorizzazione alla costruzione dell’inceneritore al Quartiere San Paolo; l’AMIU – società presieduta da un soggetto nominato dal Sindaco e partecipata dal Comune di Bari – ‘collabora’ in passato ad immaginare questo inceneritore; l’ASI – al quale partecipa il Comune di Bari – rilascia un parere favorevole all’inceneritore; il Sindaco di Bari non è stato informato da alcuna di queste persone fisiche e giuridiche nell’arco di 18 mesi??”

E poi sottolinea: “Dovremmo quanto meno chiederci, con ansia, quale sia l’attività di controllo posta in essere ordinariamente da Sindaco e Giunta!”.

“Oggi – prosegue – la Regione Puglia parrebbe smentire sé stessa e valuta -a seguito di proteste sollevate da più parti- un annullamento in autotutela dell’autorizzazione, rilasciata in data 25 gennaio, nella indifferenza dei responsabili istituzionali. In attesa dell’auspicato annullamento, che mi auguro intervenga prima delle elezioni politiche del 4 marzo, al fine di fugare ogni ‘sospetto’, mi chiedo: si è forse concretizzato un danno economico a carico dell’imprenditore destinatario dell’incauta autorizzazione, che pagheranno i contribuenti baresi e pugliesi?”

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo