Bari, lunedì cala il sipario per Radici del Sud con la giornata aperta al pubblico

0

Per concludere la grande kermesse che celebra e premia le migliori eccellenze vitivinicole del meridione, Radici del Sud per lunedì 15 giugno ha in serbo tante attività per il pubblico degli amanti del buon bere e del buon mangiare.

Dalle 10 alle 20 alla Masseria Corte di Torrelonga (BA) aprirà il Salone del Vino Meridionale: i visitatori provvisti di kit di degustazione potranno conoscere le diverse produzioni delle 142 cantine partecipanti. Con i banchi d’assaggio il pubblico avrà l’opportunità di parlare direttamente con il produttore e informarsi approfonditamente sulle caratteristiche e le qualità delle etichette in degustazione.

Nell’ambito del Salone del Vino sarà presente anche uno spazio specifico dedicato alla gastronomia con rappresentativi prodotti del Sud Italia come sottoli, salumi, formaggi e la rinomata focaccia barese. Si potrà comunque usufruire della ristorazione self-service durante l’ora di pranzo in un’apposita area del Salone.

Momento clou alle ore 20: saranno resi noti e premiati i vini più apprezzati dalle 4 giurie che in questi giorni hanno valutato alla cieca i  circa 400 vini delle aziende di Puglia, Campania, Calabria, Basilicata e della Sicilia

Per concludere e celebrare in gran stile i vini da vitigno autoctono meridionali,  la decima edizione di Radici del Sud ha organizzato una a cena a buffet negli accoglienti spazi all’aperto della Masseria Corte di Torrelonga (BA). I nove chef, in postazioni riservate nella zona degli stand dei vini del vitigno a cui ognuno di loro si ispira, lavoreranno alla realizzazione di piatti che prevedano il meno possibile l’uso dei fornelli ma giochino piuttosto sui sorprendenti risultati di speciali marinature, affumicature ed altre tecniche di preparazione, per rendere omaggio alla qualità dei vini mettendone in risalto le più felici espressioni nell’abbinamento col cibo.

Riccardo Sculli (Gambero Rosso/Gioiosa Jonica) dalla Calabria, Marianna Vitale (Ristorante a Sud/Quarto) dalla Campania, Clara Gallotta (La Locandiera/Bernalda) dalla Basilicata e Gioacchino Gaglio (Gagini/Palermo) dalla Sicilia, Leonardo Vescera (Il Capriccio/Vieste), Vito Luzzi (Le Giare/Bari), Antonio Scalera (La Bul /Bari), Stefano Di Gennaro (Quintessenza/Trani) e Riccardo Barbera (Masseria Barbera/Minervino Murge) dalla Puglia, sono gli chef che Radici del Sud 2015 si onora di ospitare e a cui affida il compito di rendere fedelmente l’essenza dell’autentica gastronomia italiana del Sud. Ognuno dei suddetti chef si è dedicato con ambizione, passione e sacrificio alla conoscenza e comprensione delle eccezionali materie prime disponibili generosamente nei nostri territori e ha saputo combinarle in una cucina che nel pieno rispetto dei loro naturali sapori e profumi riesca a esprimersi in modo assolutamente speciale, a volte imprevedibile. I risultati ottenuti, e largamente premiati, ne fanno degli autorevoli interpreti e ambasciatori della più identitaria cucina del Sud anche oltre i confini della nostra nazione. Anche quest’anno il salone del vino si tiene grazie al sostegno degli Assessorati regionali alle politiche agricole e al turismo.

 Programma lunedì 15 giugno 2015 – Corte Di Torrelonga (Bari)

10.00 – 20.00 Salone Dei Vini del Sud Italia – Banchi d’assaggio dei 142 banchi d’assaggio

13.00 – 15.00 Servizio buffet

19.00 – 20.00 Conferenza e premiazioni dei vini vincitori della X edizione del Salone dei vini autoctoni del Sud Italia

20.30 Apertura banchi d’assaggio (suddivisi per vitigno) dei 380 vini presenti al concorso della X edizione

21.00 Cena a buffet, realizzata da 9 rinomati chef del Sud Italia

INFO&PRENOTAZIONI:   iscrizioni@ivinidiradici.com / 338.3742961

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo