Bari: Case di via Pappacena, archiviata la posizione dei politici

0

Lottizzazione abusiva, ma senza abuso d’ufficio. Questa la decisione del gip del Tribunale di Bari Sergio Di Paola che nella giornata di ieri ha provveduto ad archiviare la posizione del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola e di altre 12 persone tra ex e attuali assessori regionali, nell’ambito della vicenda sulla realizzazione di 600 appartamenti in via Pappacena a Bari, ritenuti abusivi dall’accusa. Al centro della vicenda c’è l’accordo di programma sottoscritto nel 2007 tra Regione e Comune che avrebbe consentito la realizzazione dei palazzi da destinare a membri delle forze dell’ordine (Carabinieri, Finanzieri e Poliziotti) su suoli agricoli ed attualmente abitati in massima parte da estranei alle categorie per cui era stato realizzato e sottoscritto l’accordo di programma.

La Procura aveva già chiesto l’archiviazione ma il gip aveva disposto nuove indagini. E’ stata invece accolta la seconda richiesta. Per gli stessi fatti, però, i costruttori Daniele Giulio e Giovanni Degennaro sono imputati con rinvio a giudizio per lottizzazione abusiva. Dopo l’archiviazione dei politici ed amministratori coinvolti, comunque, per gli imprenditori la posizione dovrebbe essere più leggera.

Nel registro degli indagati il pm di Bari titolare delle indagini, Baldo Pisani, aveva iscritto il presidente della Regione Puglia Vendola, l’intera giunta regionale in carica nel 2007 e due tecnici del Comune di Bari che, ora escono ufficialmente dalle indagini e dal processo.

Solo pochi giorni fa il coordinamento di Convochiamoci per Bari ha definito l’intera vicenda dei palazzi come “uno dei più grandi scandali urbanistici della storia recente della città” di Bari.  “Pur non essendoci stata alcuna variante al Piano Regolatore Generale, sono stati costruiti 350 appartamenti, ma, guarda caso, in nessuno di questi abitano persone appartenenti alle forze dell’ordine mentre notizie di stampa hanno riportato che diverse abitazioni sarebbero state acquistate da politici e burocrati locali”.

Condividi
Roberto Mastrangelo
Coordinatore Redazionale del progetto PugliaIn.net. Socio fondatore dell'Associazione Scritture Digitali, in passato giornalista per il Movimento, Roma, il Patto, il Resto, l'Indipendente, Puglia d'Oggi, Cerca la domanda scomoda da fare nel momento peggiore.

Nessun commento

Commenta l'articolo