Il tanto atteso big match della ventesima giornata di serie B tra Bari e Parma termina con un pareggio a reti bianche. Troppa la paura di perdere, grande il timore di perdere il passo sulla capolista Palermo. Grosso preferisce giocare a specchio, bloccare il centrocampo gialloblu e sacrificare la propria propulsione offensiva per fermare i velocissimi Baraye, Di Gaudio e Insigne.

L’importante per Grosso, con tutta probabilità, era non fare gli stessi errori commessi contro il Palermo cioè cercare la vittoria a tutti i costi concedendo il fianco all’avversario. Una prova dunque più matura che comunque termina con qualche rimpianto in più. Il Parma visto stasera infatti era avversario molto più abbordabile di quanto non si pensasse alla vigilia.

Primo tempo infatti tutto sommato noioso con grande equilibrio in campo e i giocatori che in fase difensiva tengono botta a tutti i tentativi offensivi. Così si arriva senza colpo ferire alla ripresa nella quale è il Bari a cercare di sbloccare il risultato. Biancorossi che tentano di fare una partita più offensiva e sbarazzina. Improta però bloccato sulla sinistra, Galano costantemente marcato a uomo e Nenè non a suo agio tra Lucarelli e Di Cesare non riescono a creare grossi grattacapi ai ducali. La gara così termina senza offrire particolari emozioni con le due formazioni che si spartiscono il bottino.

Rimpianti però per Grosso che rimprovera i suoi di qualche errore di troppo: “Sapevamo di affrontare un avversario forte – dice Grosso – e abbiamo avuto la maturità di saper soffrire quando c’era da soffrire e di capire che alla fine avremmo potuto portare a casa un punto. Nel primo tempo non abbiamo avuto quella fluidità che ci contraddistingue, era complicato riuscire a trovare spazi. Nella ripresa abbiamo provato a far alzare il ritmo anche con i cambi ma ci è mancata un po’ di lucidità oggi e fatto qualche errore tecnico in più. Sapevo che con gli attaccanti veloci come i loro, se avessimo lasciato degli spazi dietro, ci avrebbero fatto male. Non abbiamo però mai trovato il modo per avere più continuità nel pressing e nell’intensità. Però siamo stati bravi a portare a casa un punto in una partita difficile. Se l’avessimo fatto anche in altre partite oggi avremmo qualche punto in più.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.