Bari-Pescara, 1-1 ma quante occasioni non concretizzate

0

Al San Nicola è Bari contro Aldegani. Nel turno infrasettimanale di serie B tra Bari e Pescara, terminato 1 a 1, il Bari inchioda nella propria area di rigore il Pescara rimbalzando sempre sulle mani di Aldegani. Un bel Bari questa volta, ma con undici giocatori dietro la palla è dura mettere in rete. Le numerose occasioni costruite dai biancorossi non hanno portato però a più di un pareggio. Tanti i tentativi verso la porta abruzzese ma, tranne in alcuni casi, è stata più la bravura del portiere abruzzese, che l’incapacità degli attaccanti baresi, a salvare dalla sconfitta i biancoblu. Ai ragazzi di Devis Mangia non gli si può rimproverare nulla se non l’unica occasione concessa e il fallo, da principiante, di Rossini su Melchiorri. Questa volta la grinta e la voglia di vincere c’è stata, l’attacco si è fatto trovare pronto e forse è mancata un po’ di precisione.

La Cronaca. I primi squilli arrivano al 9′ con Sowe e all’11’ con Stevanovic ma i tiri finiscono fuori dallo specchio della porta. La partita si gioca nella metà campo abruzzese ma al 30′ c’è l’unica occasione della partita del Pescara. Melchiorri si invola verso la porta e Rossini, lo atterra ingenuamente in area. Rigore per il Pescara e gol di Memushaj. Dopo 4′ la reazione del Bari con un bel tiro dai 20 metri di Donati. Sul calcio d’angolo successivo la palla arriva a Stevanovic che crossa a centro area ma Caputo, di testa, non riesce a indirizzare bene la palla. Ancora Bari. Salviato, in allungo sulla fascia destra, serve Wolsky sul secondo palo ma la punta polacca non riesce a ribadire in rete di testa. Al 43′ ancora una sortita sulla destra. Questa volta è Galano a proporre al centro dell’area di rigore per Stevanovic che conclude a botta sicura, ma la palla si stampa sul palo sinistro.
Secondo tempo di sola marca barese. Il primo tiro del secondo tempo arriva al 3′ con un bolide dai 20 metri di Romizi che finisce di poco a lato. Dopo un momento di stanca la partita si rianima e in un minuto il Bari si fa pericoloso dalle parti di Aldegani. Prima l’azione personale di Stevanovic al 54′ con un bel tiro indirizzato nell’angolino, poi il tentativo debole di Defendi impegnano Aldegani. In campo c’è una sola squadra ma i tentativi di Galano (al 75′), Stevanovic (all’80’) e di Donati (all’85’) finiscono sul fondo. All’87’ il pareggio. Calcio d’angolo battuto da Stevanovic e De Luca resta solo in area libero di appoggiare in rete di testa. I pugliesi assediano fino all’ultimo il Pescara ma non riescono a trovare il gol del definitivo vantaggio. Questa volta è un pareggio dal sapore di beffa.

A fine gara Devis Mangia è visibilmente insoddisfatto. Del risultato, non certo della pretazione dei suoi: “Più che fare i complimenti ai ragazzi non posso. Se siamo bravi a mantenere questa intensità sono convinto che questa squadra farà sicuramente bene. E vorrei dire basta con i giocatori che si buttano a terra e perdono tempo, bisogna tutelare le squadre che subiscono queste cose. Tornando alla partita, nonostante quello che è successo sabato a Varese, sono contento di aver trovato una squadra che risponde così”.

Non meno irritato è parso il presidente Gianluca Paparesta per le decisioni arbitrali: “Devo raccogliere la richiesta di tutela da parte della squadra dagli errori arbitrali. Questa volta però Rossini è franato addosso a Melchiorri e il rigore c’era. Ma c’era anche un evidente fallo da rigore su Caputo. Ho però fatto i complimenti alla squadra perché ha disputato un’ottima gara. Quelli di Varese non eravamo noi”.

Dello stesso avviso il ds Antonelli: “Da parte degli arbitri non c’è serenità e vorrei ce ne fosse di più. Hanno forse il timore di fischiare qualcosa a nostro favore ma non è la prima volta. Non parlo di solito degli arbitri ma vorrei che ci facessero fare il nostro campionato con tranquillità”.

IL TABELLINO

BARI: Donnarumma, Salviato, Defendi, Contini, Rossini, Donati, Romizi, Wolsky (De Luca dal 59′), Stevanovic, Galano, Caputo. all: Mangia.
PESCARA: Fiorillo (Aldegani dal 27′), Pucino, Cosic, Zuparic, Grillo, Selasi (Appelt dal 77′), Nielsen, Memushaj, Sowe, Melchiorri, Politano. All: Baroni
Arbitro: Daniele Chiffi di Padova.
Marcatori:
Ammoniti: Rossini (B) al 30′; Salviato (B) al 33′; Donnarumma (B) al 45’+2; Zuparic (P) al 60′; Romizi (B); Memushaj (P); Grillo (P) al 72′;
Note: Spettatori 20.040 per un incasso totale di 71.092 euro.

Nessun commento

Commenta l'articolo