Una vittoria sfumata all’ultimo secondo, forse per ingenuità, forse per inesperienza. Tra Pro Vercelli e Bari il risultato finale è di 2-2 con i piemontesi che riescono ad agguantare il pareggio al quarto minuto di recupero del secondo tempo. Un risultato che fa male proprio perché si poteva dare una svolta al campionato e perché dimostra l’incapacità nel saper gestire la gara a proprio favore. Nel complesso un buon Bari che ha cercato con le unghie e con i denti il vantaggio dopo essere passato sotto dopo il gol di Castiglia.

Alla fine il vantaggio è arrivato ma è stato mal gestito. Dopo aver schiacciato la Pro Vercelli nella propria area di rigore per quasi tutto il secondo tempo, infatti, i biancorossi si spengono e si ritirano nella propria metà campo preferendo allontanare il pallone con l’unica conseguenza di consegnarlo agli avversari. Incomprensibile anche l’atteggiamento e la prestazione di Floro Flores, gettato in mezzo alla mischia con il compito di tenere palla, far scorrere il cronometro e tenere alta la squadra. Obiettivo fallito su tutti i fronti. L’attaccante napoletano è fermo sulle gambe, non aiuta i propri compagni e costringe la squadra, nel finale di gara, ad affidarsi ad uno sterile lancio lungo.

E’ un Bari a due facce, con quella di Galano quale giocatore di categoria superiore e quella di una formazione ancora immatura sul piano del carattere. Per il resto una squadra ordinata, paziente e volitiva, senza particolari individualità ma che con il gioco corale riesce a contenere gli avversari senza particolari difficoltà. Basha, Improta, Cissè, Cassani, Morleo e compagni fanno il loro dovere, senza eccellere ma senza scendere sotto la sufficienza

Davvero un peccato. Sarebbe stata la quarta vittoria in cinque partite, cosa che avrebbe proiettato i galletti in cima alla classifica con Palermo e Frosinone. Ma la vetta è ancora lì a due punti, la classifica è corta e il Bari ha ancora il dovere e l’opportunità di sognare in grande.

Polemico e amareggiato a fine gara Fabio Grosso: “Se ci fosse stata la Var avremmo portato a casa i 3 punti. Adesso c’è grande delusione che dobbiamo trasformare in energia positiva. Sono comunque contento dell’atteggiamento della squadra soprattutto per il secondo tempo. Abbiamo recuperato una partita e avremmo meritato i tre punti. Con questo atteggiamento sono sicuro che la sorte ci sorriderà”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.