Brindisi, 15 medici indagati per una morte sospetta al Perrino

0

Una novantenne nell’aprile scorso muore nell’ospedale di Brindisi poco dopo un’operazione per la riduzione di una frattura al femore.

I familiari chiedono chiarezza e denunciano la morte sospetta della propria congiunta. La procura di Brindisi ha, dunque, avviato un’inchiesta sulla morte di Maria Scalinci, di San Donaci (Brindisi), ricoverata all’ospedale Perrino di Brindisi lo scorso aprile per una frattura al femore e sottoposta poi a un intervento chirurgico. Poco tempo dopo il ricovero la donna è morta. Sono 15 i medici indagati per omicidio colposo: si tratta di ortopedici e anestesisti presenti durante l’operazione.

Nella mattinata di ieri la salma dell’anziana è stata riesumata ed è stata eseguita l’autopsia, necessaria per accertare le cause del decesso. A presentare l’esposto, chiedendo chiarezza sulle cause della morte della 90enne, sono stati i familiari. L’iscrizione nel registro degli indagati, confermano dalla procura salentina, è un atto dovuto per permettere di eseguire gli esami autoptici.Intanto sono state anche sequestrate le cartelle cliniche.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo