Canosa protagonista del Buy Puglia

0

Continuano le attività di promozione legate a “Buy Puglia– Meeting & Travel Experience”, il più importante evento di business turistico della Puglia, ideato dall’agenzia Pugliapromozione, come grande occasione di incontro e scambio tra i buyer internazionali e gli operatori turistici pugliesi. Questa volta è stata Canosa di Puglia la protagonista di una visita entusiasmante che ha coinvolto quindici tour operator internazionali.

“La nostra città si è presentata nella sua veste migliore – ha dichiarato Sabino Facciolongo, assessore alla Cultura – offrendo loro la visita ad alcuni tra i nostri siti più significativi: l’area archeologica di San Leucio, ad esempio, con le sue peculiarità paesaggistiche, ha permesso loro di vedere anche uno scavo in corso: quello dell’Università La Sapienza di Roma, che sta restituendo una basilica funeraria di età paleocristiana. I tour operator hanno poi visitato alcuni ipogei canosini (di età ellenistica), altra peculiarità dell’offerta culturale canosina, il complesso della Cattedrale “San Sabino” e del Mausoleo di Boemondo d’Altavilla, nonché il sistema dell’accoglienza turistica canosina”.

“Non è mancata anche l’illustrazione dell’offerta enogastronomica del territorio – – ha aggiunto Maddalena Malcangio, assessore al Turismo – offerta da alcuni operatori locali, che hanno mostrato agli ospiti quanto di meglio questo territorio e la sua terra possano produrre”. Infatti i partecipanti hanno potuto gustare i prodotti tipici di Canosa, in un buffet servito nel foyer del teatro comunale “Raffaele Lembo”. La degustazione è stata accompagnata dalla visita al teatro e ai resti archeologici sottostanti.

“Nel complesso una bella esperienza di accoglienza turistica – ha concluso il sindaco Ernesto La Salvia – che, dato lo specifico scopo della visita, ha inserito Canosa fra i maggiori attrattori turistici di questa zona della Puglia, preziosa vetrina sia dell’offerta culturale, archeologica e religiosa, ma anche enogastronomica. Si spera che, anche grazie a questa iniziativa, la nostra città possa accogliere in tutti i periodi dell’anno, nuove presenze turistiche sul territorio. Canosa e i suoi dintorni lo meritano. Si ringrazia il personale dell’Ufficio Cultura e il funzionario Rosa Anna Asselta, e la Fondazione Archeologica Canosina per l’indispensabile collaborazione volta alla buona riuscita dell’iniziativa”.

Nell’ambito di Buy Puglia non è stato dimenticato l’aspetto enogastronomico legato al turismo della nostra regione: la collaborazione con l’Area Politica per lo Sviluppo Rurale ha permesso di organizzare l’intero percorso di valorizzazione, promozione e degustazione dei prodotti tipici pugliesi, curato dalla rete delle Masserie Didattiche e che, naturalmente, ha deliziato i buyer internazionali.

Condividi

Nessun commento

Commenta l'articolo