Casarano, espiantate le cornee dopo il decesso in Rianimazione

0

Le cornee del 61enne deceduto ieri mattina nella Rianimazione dell’Ospedale di Casarano, continueranno a vivere in un paziente ricevente. E’ il piccolo “miracolo” della donazione d’organi che si ripete, ormai sempre più spesso, a seguito di un evento tragico ed è reso possibile dal grande gesto di generosità dei familiari.

Tutto è accaduto in poche ore. Alle 9.40 il decesso del sessantunenne nel centro di Rianimazione del “Ferrari”, l’accertamento di morte con criteri cardiologici e la immediata comunicazione ai familiari, moglie e tre figli, che hanno aderito senza il minimo indugio alla proposta di donazione avanzata dai sanitari.

E’ iniziata così la corsa contro il tempo per concretizzare la donazione. Espletate tutte le verifiche di idoneità, infatti, sono iniziate le operazioni di prelievo delle cornee che, nel primo pomeriggio, sono state inviate alla Fondazione Banca degli Occhi del Veneto di Mestre, vero e proprio “ponte” tra donazione e trapianto. Da qui, dopo essere state analizzate, processate e conservate, le cornee ritenute idonee verranno inviate, su richiesta, alle strutture sanitarie per essere trapiantate.

Attualmente, oltre il 40% di trapianti a livello nazionale vengono effettuati con tessuti raccolti e processati da Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.