Casarano rally team: buone prestazioni nel Rally del Gargano

0

La Casarano Rally Team torna dalla trasferta in terra foggiana dove domenica si è concluso il 4°Rally Porta del Gargano con un sodisfacente bottino. La gara, avversata dalle condizioni meteo incerte e con un percorso già di per se tecnico e selettivo, quindi di difficile interpretazione, ha visto tutti e sette gli equipaggi portacolori del team casaranese che hanno preso il via sabato sera da Manfredonia terminare il rally. Gli ottimi piazzamenti ottenuti dai singoli equipaggi nella classifica assoluta hanno permesso al gruppo diretto da Pierpaolo Carra di conquistare un ottimo secondo posto nella graduatoria riservata alle Scuderie. Ma al di là dei risultati ottenuti sono molto importanti le risposte date agli interrogativi pre-gara.

Apertura meritoria, innanzitutto, per l’affiatato binomio formato da Francesco Rizzello e Fernando Sorano che a bordo della Peugeot 207 S2000 del Team Colombi e con una prova di grande carattere è salito sul secondo gradino del podio assoluto conquistando anche la seconda piazza di gruppo e di classe. Dopo un avvio in sordina complice anche un testacoda nella speciale d’apertura, l’equipaggio salentino che ha saggiato per la prima volta le insidiose e suggestive strade del promontorio ha trovato un buon ritmo facendo segnare sempre ottimi tempi, conquistando dopo la terza prova la seconda posizione assoluta senza mai lasciarla e divenendo il principale avversario di Giuseppe Bergantino, vincitore assoluto.

Un risultato quello colto da Rizzello e Sorano che merita di essere sottolineato anche perché ottenuto al cospetto di avversari che conoscevano bene la gara e le sue insidie per averla disputata altre volte.

Gara diversa ma non meno esaltante per Salvatore Ascalone e Francesco Marotta (nella foto di Leonardo D’Angelo); il pilota di Maglie, non ha smentito le sue ottime qualità velocistiche conquistando il secondo gradino del podio di classe, il terzo di gruppo e la diciassettesima posizione assoluta. Ascalone ha utilizzato la prima ps per riprendere confidenza con la Renault Clio Williams di classe A7, vettura impegnativa messagli a disposizione dal team Ferrara Motors e che non utilizzava dal lontano 2008. Già dalla seconda prova e su tutti i successivi passaggi Ascalone ha sempre abbassato i tempi issandosi al secondo posto di A7 e consolidando via via la posizione riuscendo anche a primeggiare sul tratto cronometrato conclusivo e mancando l’obiettivo del successo di classe per meno di 4 secondi.

Quarta posizione di classe A7 e ventiduesimo piazzamento nella generale per il duo leccese composto da Marco Liguori e Andrea Centonze che su una vettura simile a quella portata in gara da Ascalone ma sulla quale salivano per la prima volta, si sono resi protagonisti di una gara in crescendo caratterizzata da buoni riscontri cronometrici che gli hanno consentito di rimontare diverse posizioni nella seconda parte di gara. La foratura all’anteriore sinistra patita sulla quarta prova speciale gli ha però impedito di lottare per il terzo gradino del podio di classe.

In N3 miglior piazzamento per il diciannovenne Guglielmo De Nuzzo affiancato da Patrizio Forte su Renault Clio Rs. Il giovanissimo driver casaranese nonostante la breve carriera sportiva, si è nuovamente dimostrato pilota veloce, che sa immediatamente adeguarsi alle condizioni difficili che incontra lungo le prove speciali, segnando tempi interessanti e guidando in maniera precisa e pulita al punto che ha migliorato le sue prestazioni in tutti i ripassaggi sulle ps, fino a chiudere, malgrado un errata scelta di gomme nella parte centrale di gara, ventiquattresimo assoluto, quinto di gruppo e terzo di classe.

Gara dai due volti ma comunque positiva invece per i compagni di classe Fioravante Primoceri e Gabriele Ciullo su Renault Clio Williams che colgono il trentunesimo posto assoluto e il quinto di N3 cancellando così il dispiacere che avevano vissuto al Rally Città di Casarano quando furono costretti al ritiro. Poco aggressivi sulla speciale d’apertura dove staccano un buon quarto tempo di classe sono via via emersi nella parte centrale di gara ma i secondi persi per un dritto causato dal repentino degrado delle gomme anteriori li ha fatti scivolare nelle retrovie. Sull’ultima ps recuperano la posizione nell’assoluta salendo anche dal sesto al quinto posto di classe.

Alle spalle del duo ugentino nella graduatoria assoluta e di categoria si piazza il tricasino Antonio Forte affiancato all’ ultimo momento da Pasquale Fiorito, chiamato a sostituire l’indisponibile Gabriele Passaseo. Forte ha faticato più del previsto a tenere il passo degli avversari e dei compagni di colori per via di una gara costernata da diversi problemi tecnici che hanno afflitto la Renault Clio Rs del team Campione Racing, problemi che non lo hanno mai messo in condizione di esprimersi al meglio navigando sempre nei bassi fondi della classifica.

Prestazione sodisfacente infine per Mauro Santantonio navigato da Rosario Siragusano che ha portato a termine tranquillamente la gara conquistando a bordo della Peugeot 106 Maxi A6 della IM PromotorSport un secondo posto di classe e la trentesima piazza assoluta che vale molto in una stagione finora avara di soddisfazioni e sfortunata per l’alfiere casaranese.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo