M5S, amianto a Ceglie del Campo, un anno di segnalazioni e mancati interventi

0

La denuncia è doppiamente grave. In primo luogo perchè accerta che nel nostro territorio, a poche centinaia di metri da una scuola e da numerose abitazioni, c’è dell’amianto assolutamente abbandonato. Ed inoltre sono mesi che, nonostante le denunce, nulla è stato fatto per arginare il fenomeno e bonificare l’area.

Stiamo parlando di Ceglie del Campo, frazione di Bari, dove ieri mattina il portavoce del M5S Vito Saliano, ci racconta quanto ha visto di persona.

“Insieme agli Attivisti M5S del Gruppo Peuceti ho effettuato sopralluogo presso Ceglie del Campo in uno dei siti già mappati e segnalati all’Assessore e alla Ripartizione Ambiente del Comune di Bari, nonchè oggetto dell’esposto depositato in Procura, per verificare se a distanza di un anno l’Amministrazione avesse provveduto con la bonifica”.

Purtroppo non ci sono stati interventi, la situazione è peggiorata ed è tanto più grave se si considera che l’intero sito, composto da amianto e altri materiali combusti, si trova a poche centinaia di metri in linea d’aria con la Scuola Media Manzoni-Lucarelli, via Fanelli e il complesso di palazzi tra via Gorizia-via Quaranta-Via Manzari.

“Inoltre – prosegue Vito Saliani – esattamente un mese fa abbiamo effettuato sopralluogo presso il quartiere Santa Rita constatando che, anche in quel caso, la nostra segnalazione non aveva prodotto risultati e per tale ragione abbiamo depositato interrogazione all’Assessore all’Ambiente, al Sindaco di Bari e al Presidente del Municipio 4 per conoscere lo storico degli interventi di rimozione amianto sul Municipio 4, senza ricevere risposta”.

“Continueremo – concludono gli esponenti del M5S – a denunciare i pericoli per la salute pubblica, a chiedere risposte e interventi di bonifica a questa Amministrazione Pd sorda dinanzi alle nostre segnalazioni”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.