Centri commerciali, domani lo sciopero dei lavoratori. A Lecce la manifestazione regionale

0
SANYO DIGITAL CAMERA

Dopo 28 mesi le lavoratrici e i lavoratori della grande distribuzione commerciale sono ancora senza contratto nazionale. Al tavolo delle trattative Federdistribuzione ha posto sul tavolo dei trattativa condizioni che i sindacati hanno ritenuto troppo rigide, peraltro non negoziabili: peggioramento del sistema di inquadramento utilizzando la leva del jobs act; la possibilità per le aziende di derogare a tutte le norme del futuro contratto anche senza un accordo; aumenti salariali posticipati e minori rispetto a quanto previsto dal livello di inquadramento applicato ai dipendenti delle altre aziende commerciali.

Da questa situazione di stallo ne è derivata la rottura della vertenza sindacale, con la dichiarazione dello stato di agitazione del personale aderente alle sigle sindacali coinvolte.

“E’ emersa – dicono Filcams, Fisascat e UIltucs – inoltre la volontà della controparte di modificare in peggio le norme contrattuali sul mercato del lavoro, orario, bilateralità, in particolare colpendo l’assistenza e la previdenza integrativa. Tutto questo ha portato all’interruzione del negoziato e alla proclamazione da parte di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil di uno sciopero nazionale per l’intera giornata previsto per sabato 28 maggio”.

In Puglia la manifestazione unitaria si terrà a Lecce, in Piazza Dei Partigiani a partire dalle ore 9:30.

Alla manifestazione parteciperanno segretari nazionali di Filcams, Fisascat e Uiltucs. Nell’occasione porterà il saluto e la personale solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.